Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli artificieri preparano la struttura di contenimento attorno alla bomba

 

BRINDISI - In pieno svolgimento, con l'impiego di mezzi da lavoro militari e civili, la realizzazione della struttura di contenimento attorno alla bomba d'aereo di fabbricazione inglese rinvenuta alcune settimane fa dal personale di cantiere nel corso di interventi di scavo, nell'area del cinema multisala Andromeda, alla periferia di Brindisi. Le operazioni si svolgono sotto il controllo diretto degli specialisti dell'11 Reggimento Genio guastatori della Brigata meccanizzata Pinerolo (Divisione Acqui), che domenica mattina 15 dicembre 2019 dovranno rimuovere dalla bomba le due spolette, operazione che la renderà inerte e trasportabile sino al sito dove sarà fatta brillare. La struttura di contenimento serve ad attutire gli effetti di una eventuale esplosione nel corso dell'intervento di disinnesco, ed è prevista dai protocolli di questo genere di operazioni, da qualche tempo eseguibili - qualora ne ricorra la possibilità - anche con l'impiego di piccoli robot telecomandati. La bomba è molto probabilmente un residuato dei bombardamenti del novembre del 1941 da parte della Raf, mirati sul porto e sul nodo ferroviario di Brindisi, importante base della Regia Marina e punto di partenza e di arrivo dei convogli per il fronte greco-albanese. Il sito del Multisala Andromeda in linea d'aria è vicinissimo alla stazione ferroviaria ma anche al Seno di Levante del porto.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento