Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spaziliberi: l'arte che parla di chi vive ingiustamente ai margini della società

 

BRINDISI - Si è svolta oggi 13 novembre 2018 la presentazione della mostra Spaziliberi, che sarà inaugurata il 15 novembre alle ore 18 a Palazzo Granafei Nervegna.  Si tratta di una iniziativa dedicata all’arte che offre spazio alle questioni sociali, e voce a chi spesso vive ingiustamente ai margini: detenuti, migranti, persone diversamente abili, portatori di problemi psichici.

Erano presenti Vito Alfarano, direttore artistico AlphaZtl e ideatore del progetto, che ai nostri microfoni spiega e racconta come nasce Spaziliberi e l’emozione di realizzare un evento che riassume un percorso artistico e sociale lungo 10 anni; Isabella Lettori neo assessore alle politiche sociali, che nella videointervista spiega quanto sia importante per lei debuttare pubblicamente con un evento che riguarda l’associazionismo (ricordiamo che Isabella Lettori è stata presidente del Csv Poiesis).

Poi  Riccardo Rossi sindaco di Brindisi; Piero Rossi, garante dei Diritti dei detenuti per la  Regione Puglia; Anna Maria Dello Preite, direttrice della casa circondariale di Brindisi; Sergio Quaranta direttore Aipd Brindisi,; Antonio Frascaro direttore Rems Carovigno, uno dei nuovi centri che hanno sostituito i manicomi criminali; Vincenzo Lutrelli direttore Cas di Restinco Brindisi; Ilaria Caravaglio curatrice della mostra Spaziliberi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento