menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La prima chitarra costruita da Andrea, dal legname per le barche

Andrea Capurso aveva solo 11 anni quando costruì la prima chitarra elettrica, realizzata con un pezzo di legno recuperato in un cantiere navale, dove il padre costruiva imbarcazioni. Quell'esperienza ha dato vita ad una storia emozionante

BRINDISI - Andrea Capurso aveva solo 11 anni quando costruì la prima chitarra elettrica, realizzata con un pezzo di legno recuperato in un cantiere navale, dove il padre costruiva imbarcazioni. Quell’esperienza ha dato vita ad una storia emozionante. Andrea Capurso infatti è un artigiano che continua a svolgere la sua attività di liutaio nel centro storico di Brindisi, in via Palestro 12. Oggi è un artigiano di successo e realizza strumenti per musicisti famosi, alcuni dei quali anche di fama mondiale, come Alborosie, Negramaro e tanti altri artisti di del panorama musicale italiano.

Ha iniziato sin da piccolo a suonare la chitarra, la conoscenza dello strumento e un buon orecchio gli hanno permesso di diventare un liutaio molto apprezzato, ci tiene a dire che l’incoraggiamento da parte della famiglia e dell’amico Roberto D’Ambrosio (musicista e gestore di una sala prove) è stato determinante. Suo nonno per esempio ha creduto in lui sin da subito, contribuendo con una piccola forma di investimento economico, che gli ha permesso di comprare un po’ di attrezzatura per iniziare la sua attività.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA AD ANDREA CAPURSO

Andrea ama tanto mostrare la materia prima con cui lui realizza gli strumenti, legni pregiati che arrivano da tutto il mondo, colori e venature di ogni tipo, i suoi occhi brillano di soddisfazione mentre le sue mani accarezzano i pezzi da cui prenderanno vita chitarre, violini, mandolini, bassi.

Andrea è orgoglioso di parlare del progetto scritto e realizzato con Roberto Covolo e l’ExFadda di San Vito dei Normanni: un laboratorio di liuteria per la realizzazione del mandolino, cui partecipano giovani da tutta la Puglia. Il mandolino un tempo era uno strumento d’intrattenimento all’interno delle barberie sanvitesi e quest’esperienza gli permetterà di dare ulteriore vita ad una tradizione musicale sempre molto apprezzata: a San Vito opera un Circolo mandolinistico, e sono noti i successi di Mimmo Epifani. Andrea prima salutarci esprime un desiderio, realizzare una chitarra per… scopritelo nella nostra video intervista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento