rotate-mobile
Ambiente Fasano

Albergabici, prime pedalate nella ex casa cantoniera: firmato il protocollo

OSTUNI - Primo passo verso l’Albergabici. Firmato in mattinata, presso la Regione Puglia, dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella (in qualità di Comune Capofila del Consorzio di gestione) e dall'ingegnere Antonello Antonicelli (dirigente del Settore Ecologia dell’Ente regionale), il protocollo finalizzato alla realizzazione della struttura con annesso Bicigrill per cicloturisti. La location è nota da tempo: la Casa Cantoniera, ex Anas, di Montalbano di Fasano, lungo la strada provinciale 16. Un anno per la ristrutturazione dell’immobile. Questi i tempi previsti per la nascita del nuovo impianto ricettivo. Rientrante nel Parco Naturale Regionale delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, l’Albergabici sarà gestito dal Consorzio di gestione composto dai Comuni di Ostuni e Fasano e dalla Provincia di Brindisi.

OSTUNI - Primo passo verso l'Albergabici. Firmato in mattinata, presso la Regione Puglia, dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella (in qualità di Comune Capofila del Consorzio di gestione) e dall'ingegnere Antonello Antonicelli (dirigente del Settore Ecologia dell'Ente regionale), il protocollo finalizzato alla realizzazione della struttura con annesso Bicigrill per cicloturisti. La location è nota da tempo: la Casa Cantoniera, ex Anas, di Montalbano di Fasano, lungo la strada provinciale 16. Un anno per la ristrutturazione dell'immobile. Questi i tempi previsti per la nascita del nuovo impianto ricettivo. Rientrante nel Parco Naturale Regionale delle Dune costiere, l'Albergabici sarà gestito dal Consorzio di gestione composto dai Comuni di Ostuni e Fasano e dalla Provincia di Brindisi.

A copertura dei costi del progetto la Regione ha finanziato 800.000 euro, attraverso una procedura negoziata. L'intervento di realizzazione dell'Albergabici, in contrada Occhio piccolo, in agro del Comune di Ostuni, nei pressi del Dolmen e al confine con Montalbano di Fasano, rappresenterà il primo del suo genere in Puglia e sarà funzionale ad una rete escursionistica e di mobilità cicloturistica che interessa, non solo il territorio del Parco compreso tra i Comuni di Ostuni e Fasano, ma gran parte del comprensorio posto al confine tra la provincia di Bari e di Brindisi.

Le strategie del Parco delle dune costiere sono quelle di puntare su modelli di mobilità lenta e sostenibile utilizzando appieno l'accordo tra Regione Puglia e Ferrovie dello Stato per il trasporto gratuito delle bici su tutti i treni regionali. La Casa Cantoniera, dista circa 3 km dalla stazione di Cisternino (che diventerà un capolinea importante per l'intermodalità treno + bici) e circa 2 km dall'attuale Casa del Parco (Centro Visite del Parco) ubicata nell'ex Stazione di Fontevecchia, già recuperata due anni fa. Il bicigrill - rivolto a cicloturisti ed escursionisti, con annessa officina per bici - potrà fornire non solo il servizio pernottamento per cicloturisti ma anche i servizi per i cicloturisti nelle forme oggi classificate come Albergabici.

L'antico tratto della via Traiana collega la Casa Cantoniera e la Casa del Parco e queste con la zona umida di Fiume Morelli dove si svolge una interessante attività di acquacoltua biologica: tutte queste strutture rappresentano delle buone pratiche, per l'intero territorio regionale, di riutilizzo di strutture esistenti. Siti di interesse storico, ristrutturati e riutilizzati per erogare servizi innovativi, che destano curiosità ed interesse nella comunità locale e nei numerosi visitatori e turisti che frequentano il territorio rurale della nostra provincia. "Con l'Albergabici - spiegano il sindaco Tanzarella e Gianfranco Ciola, presidente del Parco - rafforzeremo l'identità turistico-ambientale del territorio, mettendo a regime quanto di positivo si è realizzato in questi anni sul fronte della mobilità sostenibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergabici, prime pedalate nella ex casa cantoniera: firmato il protocollo

BrindisiReport è in caricamento