Appalto per il restauro della fontana di piazza Cairoli

BRINDISI - Il Settore Beni Monumentali del Comune di Brindisi sta appaltando i lavori di restauro e di manutenzione della Fontana delle Ancore in Piazza Cairoli. A comunicarlo è proprio il Comune di Brindisi.

BRINDISI - Il Settore Beni Monumentali del Comune di Brindisi sta appaltando i lavori di restauro e di manutenzione della Fontana delle Ancore in Piazza Cairoli. A comunicarlo è proprio il Comune di Brindisi. Il progetto consiste nella prima fase di interventi relativi alle operazioni di disinfestazione delle superfici lapidee da muschi, licheni ed alghe, con applicazione di prodotti biocidi e pulitura con spazzolini morbidi ed acqua distillata. L'intera superficie sarà sottoposta a trattamenti di tipo preventivo contro la formazione futura di attacchi di microrganismi.

Successivamente si procederà alla rimozione di tutti i depositi superficiali coerenti, concrezioni ed incrostazioni, fissativi alterati e macchie accumulatisi nel corso degli anni, mediante applicazioni di compresse imbevute di soluzioni di sali organici. Tutte queste operazioni saranno eseguite avendo la massima cura che ogni intervento sia facilmente controllabile e limitato alla superficie, senza compromettere i materiali originali. Il lavoro di restauro sarà completato dalle fasi di consolidamento di tutte le zone disgregate con pipette, siringhe e pennelli; di rimozione o abbassamento delle stuccature eseguite nel corso di interventi precedenti e che possono avere male interagito con la pietra; di stuccatura e microstuccatura nei casi di fessurazioni, fratturazioni o mancanze profonde con malte idonee. Fondamentali saranno le operazioni di protezione superficiale del monumento, sia nelle parti raffiguranti le ancore, sia nella vasca e nella balaustra, così da controllarne e fermarne il degrado.

Redatto nello scorso mese di febbraio, il progetto è stato approvato dalla competente Soprintendenza per i Beni Architettonici il 15 aprile 2010, a seguito di apposite verifiche e sopralluoghi. Le procedure di appalto si sono potute avviare a seguito della approvazione del bilancio, con il quale sono state acquisite ulteriori cifre per la copertura finanziaria dell'intervento. Il settore Beni Monumentali aveva indicato il restauro per la Fontana delle Ancore all'interno delle formulate richieste di previsione di bilancio e nelle successive richieste di variazione, attendendo, per gli adempimenti consequenziali, l'inserimento della voce di spesa nel bilancio 2010.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento