rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Ambiente

"Bivacchi abusivi nel Parco delle dune"

OSTUNI - Il presidente del Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, Giulia Anglani, ha inviato una nota per segnalare le attività abusive lungo le spiagge dell’area protetta, soprattutto campeggio e bivacchi abusivi.

OSTUNI - Il presidente del Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, Giulia Anglani, ha inviato una nota per segnalare le attività abusive lungo le spiagge dell'area protetta. Nella lettera al commissariato di Polizia di Ostuni; al comandante compagnia Carabinieri di Fasano; al comando compagnia Guardia di Finanza e al Comando della Forestale ostunesi nonché al comandante della Capitaneria di Porto e al Corpo di Polizia Provinciale, ambedue di Brindisi; al distaccamento di Polizia Stradale; alla delegazione di spiaggia della Guardia Costiera; ai comandi della Polizia municipale di Ostuni e Fasano e, per conoscenza al prefetto di Brindisi, il presidente denuncia campeggi e bivacchi notturni lungo il litorale del parco stesso.

"Si porta a conoscenza dei corpi di polizia - scrive Giulia Anglani - che ogni fine settimana numerosi bagnanti sostano lungo le spiagge e sulle dune del Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, campeggiano e pernottano in tenda compromettendo la salvaguardia degli ambienti naturali tutelati dall'istituzione dell'area naturale protetta istituita con L.R. 31/2006. Oltre alla ormai diffusa sistemazione di tende sul demanio si evidenzia la deprecabile accensione di fuochi e fornelli in prossimità del cordone dunale mettendo a rischio la flora e causando disturbo alla fauna protetta e agli habitat in violazione alla normativa vigente che vieta l'accensione di fuochi e il bivacco sulle spiagge e dal tramonto all'alba (Art. 3 Ordinanza Balneare 2012 del Servizio Demanio della Regione Puglia)".

"Si vuole una particolare attenzione all'attività di controllo volta al contrasto del fenomeno di abusivismo perchè la spiaggia e zone immediatamente vicine, non siano trasformate in area a pic nic e di bivacco selvaggio. Tale incresciosa situazione, che trova il culmine nella notte di Ferragosto, si è ormai diffusa in tutti i fine settimana - denuncia la presidente del Parco regionale delle Dune costiere - con tende poste sulla spiaggia e tra le dune già dalle ore serali di ogni sabato. Da quest'anno l'Ente Parco in collaborazione con le associazioni di Protezione Civile di Ostuni e Montalbano, intende presidiare nelle prime ore della sera di Ferragosto le spiagge al fine di scoraggiare tali abitudini che negli ultimi anni hanno preso piede diffusamente lungo le spiagge da Torre Canne a Torre San Leonardo".

Ma come è comprensibile, è necessaria una azione di supporto da parte delle forze dell'ordine: "Alla luce di quanto sopra denunciato, si invitato tutti i corpi di polizia interessati ad una fattiva collaborazione ed eventualmente a sanzionare tutti coloro, che violano le norme più elementari per la salvaguardia dell'area naturale protetta in questione". E ciò che chiede il presidente Giulia Anglani rientra pienamente nei compiti delle forze di polizia chiamate a vigilare sulle riserve naturali. Del resto, già altre volte il fenomeno del campeggio abusivo in spiaggia è stato represso opportunamente.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bivacchi abusivi nel Parco delle dune"

BrindisiReport è in caricamento