rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Ambiente

Guerra ai rifiuti nelle campagne

SAN PANCRAZIO SALENTINO - L'amministrazione comunale di San Pancrazio Salentino ha deciso di dichiarare guerra agli inquinatori e alle discariche abusive nel proprio territorio, e ha trovato una soluzione per inaugurare un apposito servizio di sorveglianza attraverso un accordo con i volontari della protezione civile locale, debitamente formati con il contributo di Legambiente e una campagna di sensibilizzazione dei cittadini attuata assieme a Monteco, il gestore unico del ciclo dei rifiuti nell'Ato Br/2.

SAN PANCRAZIO SALENTINO - L'amministrazione comunale di San Pancrazio Salentino ha deciso di dichiarare guerra agli inquinatori e alle discariche abusive nel proprio territorio, e ha trovato una soluzione per inaugurare un apposito servizio di sorveglianza attraverso un accordo con i volontari della protezione civile locale, debitamente formati con il contributo di Legambiente e una campagna di sensibilizzazione dei cittadini attuata assieme a Monteco, il gestore unico del ciclo dei rifiuti nell'Ato Br/2.

Lo annunciano il sindaco Salvatore Ripa e l'assessore all'Ambiente, Mino Buccolieri. "Parte il Servizio di vigilanza ambientale del Comune di San Pancrazio Salentino, in collaborazione con la locale associazione di Protezione Civile Confraternita Misericordia, che ha come obiettivo principe la salvaguardia dell'ambiente. Il territorio comunale urbano ed extraurbano - dice Ripa - è interessato dal problema dell'abbandono indiscriminato dei rifiuti di vario genere, anche pericolosi, come il cemento amianto (eternit), che, come è noto, sono nocivi tanto per l'ambiente, quanto per la salute".

In un comunicato viene spiegato che "il servizio consiste principalmente nella sorveglianza di tutto l'agro comunale, con particolare attenzione alle strade rurali esterne al centro abitato e ad aree urbane (punti ecologici, campane stradali, ect.) che costituiscono abituali siti di abbandono dei rifiuti. L'obiettivo è quello di sensibilizzare la comunità ad un corretto smaltimento dei rifiuti e al contempo prevenire fenomeni di incuria nei confronti della natura".

L'alleanza con Monteco e Legambiente viene definita strategica. I cittadini saranno informati sull'iniziativa con una brochure informativa relativa alla gestione del rifiuto (un vero e proprio vademecum del cittadino responsabile) che sarà distribuita alla cittadinanza dai volontari della Protezione Civile. "L'intento di tale iniziativa - spiega l'assessore all'Ambiente, Mino Buccolieri - è quello di coinvolgere in maniera attiva l'intera comunità rendendo tutti corresponsabili della cura verso il territorio anche attraverso uno slogan di Legambiente: "Conoscere per amare, amare per difendere".

Il sindaco Salvatore Ripa dichiara: "La nostra amministrazione sin da subito si è adoperata per la cura del patrimonio naturalistico mediante la bonifica del parco cave di Sant'Antonio, interessato da tonnellate di rifiuti e l'avvio della messa in sicurezza della ex discarica Lepetit; ma ancora numerose sono le segnalazioni che privati cittadini inoltrano agli uffici comunali denunciando tale fenomeno che non può essere gestito in toto dall'amministrazione per l'esiguità delle risorse a disposizione che pregiudicano la programmazione di eventuali interventi di bonifica".

"Pertanto - conclude il sindaco - i volontari saranno le nostre sentinelle sul territorio, segnalando alle autorità competenti anche gli illeciti che dovessero presentarsi al fine di fungere da deterrente per chi ancora oggi scambia le nostre campagne per discarica."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra ai rifiuti nelle campagne

BrindisiReport è in caricamento