rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Ambiente

Introna, ricorso sul nucleare e sì all'idrogeno

BARI - “Fermeremo il decreto del governo nazionale sul ritorno al nucleare. Non solo perché in Puglia siamo contrari a questa forma di energia, ma perché il governo Berlusconi continua a contraddire nella pratica il federalismo, adottando provvedimenti che escludono il coinvolgimento delle Regioni”.

BARI - "Fermeremo il decreto del governo nazionale sul ritorno al nucleare. Non solo perché in Puglia siamo contrari a questa forma di energia, ma perché il governo Berlusconi continua a contraddire nella pratica il federalismo, adottando provvedimenti che escludono il coinvolgimento delle Regioni". Lo ha detto l'assessore regionale all'Ecologia, Onofrio Introna, che ha annunciato di voler bloccare il provvedimento per illegittimità costituzionale. "In qualità di assessore all'Ecologia - ha spiegato Introna -ho già chiesto all'Avvocatura regionale di impugnare il provvedimento del governo Berlusconi di fronte alla Corte costituzionale, perché venga dichiarata la illegittimità di questo decreto".

Introna ha sottolineato che "la Puglia continua a guardare alle energie pulite e rinnovabili: in tal senso, nei giorni scorsi, la giunta regionale ha approvato il protocollo d'intesa con la Fondazione H2U The Hydrogen University, per la sperimentazione e la realizzazione in Puglia di progetti sull'utilizzo di idrogeno prodotto da fonti rinnovabili. L'economia dell'idrogeno - ha concluso Introna - rappresenta una frontiera alla quale ispirarsi per improntare le politiche di diversificazione energetica nell'ottica di una progressiva riduzione dei combustibili fossili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Introna, ricorso sul nucleare e sì all'idrogeno

BrindisiReport è in caricamento