Raccolta rifiuti, appalto alla Aimeri

BRINDISI – L’appalto annuale per il servizio di raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani è stato assegnato, in via ancora provvisoria, alla ditta Aimeri Ambiente sSrl, l’unica che ha preso parte al bando di gara emanato dal Comune di Brindisi lo scorso ottobre. La busta contenente l’offerta presentata dalla società è stata aperta stamani presso palazzo di città.

L'apertura della busta

BRINDISI - L'appalto annuale per il servizio di raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani è stato assegnato, in via ancora provvisoria, alla ditta Aimeri Ambiente sSrl, l'unica che ha preso parte al bando di gara emanato dal Comune di Brindisi lo scorso ottobre. La busta contenente l'offerta presentata dalla società è stata aperta stamani presso Palazzo di città, in presenza del dirigente dell'ufficio Contratti e appalti, Costantino Del Citerna, del responsabile dell'ufficio Lavori Pubblici, Pietro Cafaro, dei dirigenti della Aimeri e di un rappresentante della ditta che fino al prossimo 30 novembre gestirà il servizio, la Monteco.

All'apertura della busta hanno assistito anche poco più di dieci lavoratori della Monteco, accompagnati dai rappresentanti sindacali di Cgil, Ugl e Fiadel. La Aimeri (società del Gruppo Biancamano assieme a Manutencoop Servizi Ambientali) ha presentato un ribasso del 5,11% rispetto a una base d'asta pari a poco più di 15 milioni e 129mila euro (inclusi gli oneri per la sicurezza). L'azienda comincerà a effettuare il servizio entro 15 giorni dalla notifica dell'aggiudicazione definitiva (vincolata alla verifica di regolarità del Durc e dei requisiti attinenti la normativa antimafia).

Nella fase transitoria del cambio d'appalto, la Monteco, con ogni probabilità, continuerà a operare attraverso un'ordinanza sindacale preannunciata dal sindaco Mimmo Consales, nel corso di un incontro con i lavoratori svoltosi in settimana. A questo punto, il primo cittadino spera nel ritiro della lettera di diffida inviata dalla Regione Puglia, che invitava il Comune a non indire gare d'appalto nel settore, in quanto la competenza è del bacino che raggruppa i Comuni della Provincia, l'Aro.

Questo anche in virtù della volontà, espressa sempre nell'ambito del faccia a faccia a faccia con i lavoratori, di contattare i sindaci dei Comuni dell'Aro per dar vita a un bando di gara per l'assegnazione decennale del servizio. I sindacati, intanto, hanno accolto favorevolmente l'assegnazione provvisoria alla Aimeri. Lo dimostra anche il clima di fiducia instauratosi fra i lavoratori delle organizzazioni sindacali Cobas, Fismic e Sul-Cp che stamani hanno preso parte a un sit-in organizzato a piazza Santa Teresa.

"Non vorremmo che si apra, a partire dalle diffide operate dalla Regione e dalla ditta Monteco - si legge in una nota congiunta firmata da Aprile Roberto (Cobas), Davide Sciurti (Fismic), Tonino Nocita (Sul Cp) - una sorta di guerriglia giudiziaria a colpi di ricorsi al Tar dove a pagarne le conseguenze siano lavoratori e cittadini. Da qui la scelta di scendere in piazza e lanciare un grido di allarme".

"Abbiamo chiesto - si legge ancora nel comunicato sindacale - un incontro con la locale Prefettura (rinviato poi a dicembre, ndr) affinché la voce dello Stato sia ancora presente su questo territorio . Chiediamo a voce alta - concludono i sindacalisti - che si a cerchi di tutelare i diritti di lavoratori e cittadini a fronte di decisioni regionali poco capibili e ad azioni speculative di aziende che guardano solo alla propria borsa".

 

 

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento