rotate-mobile
energia

Fotovoltaico, Gsf ritira investimenti

Il gigante del fotovoltaico è pronto a togliere le radici dalla Puglia. Dopo i numerosi sequestri cautelari di parchi solari effettuati in provincia di Brindisi, Global Solar Found sembra voler fare marcia indietro, decidendo di non investire più il miliardo di euro programmato per la costruzione degli impianti nel territorio pugliese.

Il gigante del fotovoltaico è pronto a togliere le radici dalla Puglia. Dopo i numerosi sequestri cautelari di parchi solari effettuati in  provincia di Brindisi, Global Solar Found sembra voler fare marcia indietro, decidendo di non investire più il miliardo di euro programmato per la costruzione degli impianti nel territorio pugliese.

Uno stop provvisorio, fino a quando la magistratura non farà luce sulla situazione attuale, che però si proietta sul futuro. La somma ingente, che avrebbe dovuto essere investita nei prossimi due anni potrebbe infatti essere destinata altrove. L'ultimo sequestro, risalente al 21 settembre scorso, che ha interessato quattro impianti fotovoltaici brindisini non autorizzati e privi di collaudo per i quali sono state denunciate 16 persone, sarebbe stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

La raffica di sigilli avrebbe fatto cambiare idea  al fondo di investimento impegnato nel settore delle rinnovabili, uno dei  numeri uno al mondo. Gsf è attivo in Europa, ma anche in Cina, India e Sud America e  dal 2008 ad oggi ha già investito nel nostro Paese - e nello specifico in  Puglia - circa un miliardo di euro nella produzione di energia solare, legata a dei progetti ritenuti in regola.

I vertici del fondo ribadiscono la correttezza delle loro azioni e si dicono pronti a porre rimedio a eventuali condotte non conformi alla legge, qualora le indagini dovessero accertarle. Ma contemporaneamente dal Gsf arriva l'auspicio che possano essere individuate misure alternative a quelle del sequestro cautelare che, scrivono, rischia di penalizzare gli investimenti.

Tutto questo accade nella giornata in cui il presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, scrive al prefetto di Lecce per la situazione dei 150 lavoratori Tecnova che ancora attendono il pagamento degli arretrati dall'azienda spagnola. Global Solar Found, non intende rispettare gli impegni assunti ad aprile, denuncia Vendola, invocando un nuovo tavolo istituzionale per risolvere il problema.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotovoltaico, Gsf ritira investimenti

BrindisiReport è in caricamento