Avis Torchiarolo: 100 donazioni in più in un anno, soci soddisfatti

Si è svolta nei giorni scorsi l'assemblea annuale dei soci Avis comunale di Torchiarolo: approvato all'unanimità il bilancio dell’associazione

TORCHIAROLO - Si è svolta nei giorni scorsi l'assemblea annuale dei soci Avis comunale di Torchiarolo: approvato all'unanimità il bilancio dell’associazione. Dopo i saluti a tutti i soci presenti, al presidente provinciale Egidio Conte al consigliere regionale e membro dell’Esecutivo regionale Enzo Guzzo dell'Avis Puglia, all’amministrazione comunale e ai dirigenti comunali delle Avis viciniore, il presidente Oronzo Maiorano, nella sua relazione, ha esposto le iniziative svolte nell’arco del 2019 che hanno inciso sulle tante sacche di sangue raccolte dall’Avis di Torchiarolo.

“Con i suoi 206 soci attivi, la nostra associazione, ha fatto registrare per il 2019 un anno da record: ha raccolto ben 446 sacche di sangue e piastrine, con un aumento di 100 donazioni in più rispetto al 2018. In assoluto, la quantità più elevata mai raggiunta nel corso dei suoi 28 anni di vita associativa”.

“Appare in modo chiaro - ha aggiunto Egidio Conte - che quest’associazione trova le maniere giuste per coinvolgere la propria gente se è vero come è vero che ogni anno registra risultanti così soddisfacenti e, quest’anno, si è persino superata”.

pubblico assemblea avis torchiaolo-2

“Ciò che oggi affermiamo, - aggiunge Elio Blasi, consigliere provinciale dell’Avis di Torchiarolo - è confermato dai fatti. Se a livello nazionale sono soddisfatti quando si raggiunge una percentuale di raccolta sacche di sangue vicino al 4 o 5 per cento della popolazione locale, il nostro piccolo paese, con i suoi 5000 abitanti, Torchiarolo è sicuramente orgoglioso se ogni anno raggiunge il 6 per cento e, quest’anno, ha toccato e superato l’8 per cento, affermandosi tra i primi paesi a livello regionale.

“All’incremento delle donazioni - ha aggiunto il presidente Maiorano - hanno contribuito notevolmente le tante iniziative svolte sulle marine che hanno poi hanno dato vita a due Giornate di raccolta sangue alle quali hanno partecipato i tanti donatori occasionali insieme ai nostri soci donatori. Ad essi, sono stati consegnati gadget dell’associazione, hanno partecipato all’estrazione di premi ed, in più, ad ognuno di essi sono state recapitate le analisi del sangue a domicilio, il tutto, gratuitamente: Una visione di un’autentica etica sociale ammirabile che ci inorgoglisce fa vibrare la mente, lo spirito e il cuore dei nostri soci donatori.” 

"Un momento particolarmente commovente dell’assemblea è stato il saluto che ha voluto indirizzare ad un nostro socio che, per motivi di salute, proprio da pochi giorni è passato a miglior vita. Vale la pena ricordare che donare sangue regolarmente è una pratica sicura perché l’organismo lo reintegra molto rapidamente".

"In questi momenti di timore che viviamo per il Coronavirus, rammentiamo una cosa importante: come ci dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la donazione non costituisce un fattore di rischio per la trasmissione di questo batterio perchè non è stata dimostrata la trasmissione per via ematica. Tutto il materiale impiegato (come aghi e sacche per il contenimento del sangue) è sterile e monouso ed è fornito dalla nostra Asl di Brindisi in collaborazione col Centro Trasfusionale dell’Oospedale Perrino".

"I controlli e le procedure di selezione sono garantiti da medici e infermieri della Asl che assicurano fiducia ai donatori e ai riceventi. Basta poco per donare il sangue: è necessario non aver assunto farmaci antinfiammatori negli ultimi 5 giorni, antibiotici ed antistaminici negli ultimi 15 giorni. Non è necessario essere completamente digiuni. Si può fare una colazione leggera con caffè, thè, fette biscottate con marmellata o biscotti secchi. No a latte e cornetti o brioche alla crema prima della donazione. Per motivi logistici, la raccolta di marzo è slittata a domenica 19 aprile in piazza Castello".

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid 19, "Gravi criticità organizzative: intervenga la Regione"

  • Fials e Cisl donano termoscanner e ventilatore polmonare al Perrino

  • Attivo nella Asl Brindisi il supporto psicologico agli operatori sanitari Covid

  • Oltre 1.800 persone, ogni giorno, hanno bisogno di sangue: raccolta a Mesagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento