rotate-mobile
sanita

"No ai tagli di posti letto all'ospedale Perrino": dal Consiglio un'opposizione unanime

BRINDISI - “No ai tagli dei posti letto presso l’ospedale Perrino”. Dal Consiglio comunale un’unanime contrarietà alle prospettive di riduzioni per la sanità pubblica, ritenute “a scapito dell’utenza”. Era monotematica la seduta di questa mattina: la delicatezza dell’argomento imponeva infatti la necessità di un dibattito interamente dedicato agli ospedali e all’assistenza sanitaria nella provincia brindisina.

BRINDISI - "No ai tagli dei posti letto presso l'ospedale Perrino". Dal Consiglio comunale un'unanime contrarietà alle prospettive di riduzioni per la sanità pubblica, ritenute "a scapito dell'utenza". Era monotematica la seduta di questa mattina: la delicatezza dell'argomento imponeva infatti la necessità di un dibattito interamente dedicato agli ospedali e all'assistenza sanitaria nella provincia brindisina.

Nell'ordine del giorno approvato all'unanimità, è stato chiesto al sindaco "di rappresentare alle competenti istituzioni la più netta contrarietà del Consiglio comunale di Brindisi alle ipotesi di rientro del debito pubblico con tagli di posti letto nell'ospedale Perrino, e tantomeno, con tagli al personale". Inoltre, tutti d'accordo anche sull'impegno "a promuovere tutte le iniziative necessarie affinché lo stesso nosocomio sia finalmente corredato di quelle unità operative, già deliberate e tuttora non attivate, ma necessarie a completare quell'iter di eccellenza che l'ospedale ha intrapreso dal momento della sua apertura".

E' stato proprio il consigliere comunale del Pdl Mario Criscuolo, uno degli 11 medici eletti dai brindisini, a leggere un ordine del giorno in cui si evidenzia la preoccupazione circa la notizia dei tagli di posti letto presso l'ospedale Perrino di Brindisi. "Lo stesso piano di rientro, predisposto dalla Regione Puglia - era scritto nel testo - è stato effettuato da tecnici senza alcun coinvolgimento politico, sociale e sindacale del territorio, a differenza di quanto precedentemente accaduto per il piano attuativo locale. Oltre al taglio dei posti letto non sarà garantito il turn over del personale medico e paramedico, aggravando perciò la già difficile situazione gestionale dell'assistenza sanitaria".

Si è parlato anche del reparto di cardiochirurgia, più che mai necessario soprattutto considerando che il numero dei malati cardiovascolari è triplicato negli ultimi 20 anni. A testimoniare il sostegno per la battaglia del reparto, c'erano anche rappresentanti dell'associazione "Brindisi Cuore", che hanno seguito l'intero dibattito seduti in mezzo al pubblico.

Altri spunti della seduta sono giunti dalle difficoltà esistenti nel pronto soccorso dell'ospedale "Perrino", chiamato a servire un'utenza vastissima, e dalle domande sull'ipotesi di un nosocomio per il solo nord brindisino.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No ai tagli di posti letto all'ospedale Perrino": dal Consiglio un'opposizione unanime

BrindisiReport è in caricamento