rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
sanita

Storia di una donazione di midollo

BRINDISI – Un altro grande traguardo per l’Admo, l’Associazione donatori di midollo osseo. Un’altra vita salvata grazie alla donazione fatta il 27 settembre scorso da un associato di Brindisi. La testimonianza di ciò sarà oggetto della conferenza stampa che si terrà lunedì 31 ottobre alle ore 17 presso il salone di rappresentanza della Provincia. Sono state invitate anche le autorità civili e religiose della città e i vertici della Asl, le associazioni di categoria dei medici, il mondo della scuola, il Coni e le altre associazioni di volontariato.

BRINDISI ? Un altro grande traguardo per l?Admo, l?Associazione donatori di midollo osseo. Un?altra vita salvata grazie alla donazione fatta il 27 settembre scorso da un associato di Brindisi. La testimonianza di ciò sarà oggetto della conferenza stampa che si terrà lunedì 31 ottobre alle ore 17 presso il salone di rappresentanza della Provincia. Sono state invitate  anche le autorità  civili e religiose della città e i vertici della  Asl, le associazioni di categoria dei medici, il mondo della scuola, il Coni e le altre associazioni di volontariato.

?Donare è un puro atto d?amore. Testimonianza di un donatore di midollo osseo?, questo il senso dell?iniziativa per sensibilizzare l?opinione pubblica. L?esperienza al centro dell?incontro è quella di  un giovane socio Admo Brindisi e iscritto da 2 anni nel registro regionale e nazionale dei donatori di midollo osseo, il quale il mese scorso ha effettuato una donazione tramite aferesi di cellule staminali emopoietiche, presso il Policlinico di Bari, dopo il riscontro della sua compatibilità con un paziente il lista di attesa per un trapianto.

Mission della conferenza, non solo portare la testimonianza del giovane brindisino ma anche per divulgare maggiormente l?importanza di un gesto di solidarietà e d?amore che può salvare una vita umana. Alla conferenza stampa interverrà il presidente Admo della Puglia, Roberto Masciopinto, insieme al delegato regionale Admo, Mimmo Magnifico, che offriranno al neodonatore di midollo osseo un dono simbolico a testimonianza della suo gesto. Parteciperanno inoltre, l?assessore alla pubblica istruzione e beni culturali della Provincia di Brindisi, Paola Baldassarre, il dirigente del Smt ? Servizio di immunoematologia e medicina trasfusionale dell?ospedale Perrino, Francesco Cucci, e monsignor Rocco Talucci.

La conferenza stampa di lunedì 31 ottobre prossimo è aperta a tutti, per una più specifica e capillare informazione sulla donazione di midollo osseo, gesto che rappresenta una maggiore speranza di guarigione per tutti quei pazienti che, affetti da gravi malattie del sangue, come leucemie, linfomi, mielomi, sono in attesa di trapianto. Obiettivo primario dell?associazione è infatti la sensibilizzazione verso tutti i giovani e cittadini di Brindisi per l?iscrizione nel registro dei donatori di midollo osseo e accrescere la possibilità per ogni paziente in attesa di trapianto di ricerevere la donazione da un donatore compatibile. Per maggiori informazioni si può contattare la responsabile della sezione Admo di Brindisi Simona Sgura al numero di telefono 349/4459934 o 389/1739565.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia di una donazione di midollo

BrindisiReport è in caricamento