La vergogna delle leggi razziali: incontro al "Giorgi" con la comunità ebraica

A 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali, la presidente della comunità ebraica incontrerà gli studenti brindisini

BRINDISI - Mercoledì  21 febbraio, l’Itt “G. Giorgi” di Brindisi ospiterà Ruth Dureghello, presidente della comunità ebraica di Roma, e Riccardo Pacifici, executive board Israeli Jewish Congress, che incontreranno alle ore 11:00, nell’Aula Magna “Paolo Borsellino”, gli studenti delle quinte classi in un dibattito dal titolo “Il silenzio degli indifferenti …a ottanta anni dalle leggi razziali”. Il 2018 segna, infatti, l'80° ricorrenza dell'emanazione delle leggi razziali. 

In un intervento su recenti avvenimenti di cronaca, la presidente Dureghello ha affermato che è inconcepibile “nel 2018 dover ribadire che non esiste una razza bianca da difendere, a ottanta anni dalla promulgazione delle leggi razziali”, e Pacifici ha sostenuto che “ricordare serve per capire come non rimanere indifferenti alle tragedie del presente”. E’ sempre viva in lui la sorte di suo nonno, il rabbino capo della comunità ebraica di Genova, che negli anni trenta, a causa delle leggi razziali, fu deportato ad Auschwitz dove morì vittima del genocidio nazista.

All’evento interverranno il commissario straordinario del Comune di Brindisi, Santi Giuffrè, il prefetto di Brindisi, Valerio Valenti,  il procuratore capo della Repubblica di Brindisi, Antonio De Donno, e il questore di Brindisi, Maurizio Mascipinto.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento