Scuola digitale: Brindisi fucina di idee, proposte e progetti

Oltre 5.000 gli studenti, i docenti, i formatori e i visitatori, provenienti da tutta la Puglia, i quali hanno percorso le vie di #FUTURABRINDISI per presentare le loro idee, proposte e progetti sulla sostenibilità del territorio e l’innovazione della scuola

BRINDISI - Si è conclusa mercoledì a Brindisi la tre giorni per il Piano Nazionale Scuola Digitale, promossa dal Miur ed organizzata dal Liceo delle Scienze Umane e Liceo Linguistico “Ettore Palumbo” e dall’II.SS. “Ettore Maiorana”, con il patrocinio del Comune di Brindisi.

Oltre 5.000 gli studenti, i docenti, i formatori e i visitatori, provenienti da tutta la Puglia, i quali hanno percorso le vie di #FUTURABRINDISI per presentare le loro idee, proposte e progetti sulla sostenibilità del territorio e l’innovazione della scuola.

Il “Model UNEP”, una simulazione dei lavori negoziali del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) ha visto impegnati ottanta studenti e studentesse provenienti da dieci scuole secondarie di secondo grado del territorio pugliese, i quali hanno lavorato in sinergia per trovare soluzioni e modelli innovativi, immaginando di contribuire al raggiungimento dell’Obiettivo 14 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile. I tre ragazzi vincitori, Marco Aiena dell’ITES “Olivetti” di Lecce, Stefano Ruggiero dell’ITES “Fraccacreta” di San Severo e Raffaele Ciliberti dell’ITES “Carafa” di Andria, voleranno in Canada per una simulazione dei lavori negoziali del G7.

Nove squadre di studenti e studentesse delle scuole del secondo ciclo di Brindisi e provincia hanno realizzato il primo hackathon civico, “Civic Hack”, una maratona progettuale rivolta alla ricerca di soluzioni per la valorizzazione del patrimonio culturale, storico, artistico ed ambientale di Brindisi. A vincere il primo premio è stato “WaterSport”, il progetto proposto dal quarto gruppo partecipante, composto da Giovanni Spagnoletto, Erika D’Errico, Alice Serratì, Laura Di Geronimo, Marco Del Casale, Jago Giordano, Piergiacomo Coloro, finalizzato a promuovere i molteplici sport acquatici che possono essere praticati sulla costa brindisina.

Ad aggiudicarsi il premio della gara di robotica, l’ITT “Giorgi” di Brindisi, con la realizzazione di un prototipo di robot in grado di muoversi nelle zone disastrate e di recuperare eventuali vittime per portarle in salvo.

Numerosi gli eventi culturali a cui ha partecipato la cittadinanza: la conferenza “Tecnologie digitali e patrimonio culturale”, l’Open Speech “E’ possibile un mondo senza plastica?”, la conferenza “La plastica e il mare – Beat plastic pollution”. Particolarmente apprezzati gli spettacoli serali: la diretta radiofonica di Ciccio Riccio, con i Millennials di Brindisi e i Blow Up Party e il coinvolgente ed emozionante concerto dell’Orchestra della “Fondazione Notte della Taranta”. 

In queste tre intense giornate il mondo della scuola, protagonista assoluto, si è aperto al territorio, si è espresso con tutte le energie informative, formative ed artistiche e ha dialogato con i mezzi del futuro per testimoniare il lavoro di una comunità impegnata verso un cammino di civiltà e progresso.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento