Un ex bambino soldato al "Giorgi"

BRINDISI - John Baptist Onana dell’Uganda, ex bambino-soldato sarà ospite a Brindisi dell’Istituto Tecnico Industriale Statale Giovanni Giorgi sabato 15 dicembre prossimo. L’incontro si terrà dalle ore 8.30 alle 10.30 con gli studenti delle seconde classi, per raccontare l’esperienza da soldato quando aveva solo 14 anni nell’esercito dell’Unla (Ugandan National Liberation Army) nel 1980 ritrovandosi in un contesto di guerra. Durante la mattinata sarà visionato, inoltre, un video-documentario sulla sua storia dal titolo “Kidogò” del regista Roberto Bernabò.

John Baptist Onama

BRINDISI - John Baptist Onana dell'Uganda, ex bambino-soldato sarà ospite a Brindisi dell'Istituto Tecnico Industriale Statale Giovanni Giorgi sabato 15 dicembre prossimo. L'incontro si terrà dalle ore 8.30 alle 10.30 con gli studenti delle seconde classi, per raccontare l'esperienza da soldato quando aveva solo 14 anni nell'esercito dell'Unla (Ugandan National Liberation Army) nel 1980 ritrovandosi in un contesto di guerra. Durante la mattinata sarà visionato, inoltre, un video-documentario sulla sua storia dal titolo "Kidogò" del regista Roberto Bernabò.

Attualmente Onana è docente di Europrogettazione presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Padova. John Baptist Onama è riuscito a trovare la forza di raccontare la sua storia solo recentemente. John Baptist Onama nasce nel 1966 a Lacor, in Uganda. Durante il conflitto armato scoppiato nel 1980 viene reclutato a forza, a quattordici anni, dalla Unla (Ugandan National Liberation Army). Prende parte a una serie di operazioni militari contro un gruppo ribelle, diventando un "Kadogo", il piccolo del battaglione. La sua esperienza come "bambino-soldato" dura un anno. Poi trova rifugio presso un collegio di missionari comboniani dove torna a studiare.

John Baptist Onama ha lavorato molto nel settore delle politiche per lo sviluppo dell'Unione Europea, partecipando a missioni di ricerca e a progetti di ricerca sul campo in Kenya, Uganda, Bosnia ed Erzegovina, Svezia, Irlanda e Romania. All'incontro di domani sabato presso l'istituto secondario brindisino interverranno inoltre il presidente provinciale dell'Unicef, Maria Errico, e Marcella Nuzzaci del gruppo Amnesty International di Lecce.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento