rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Economia

Fondo affitti 2014: 15 milioni dalla Regione e 6,5 dallo Stato. I nostri Comuni

La vicepresidente e assessore all'Assetto del territorio ed Edilizia residenziale pubblica, Angela Barbanente, ha presentato questo pomeriggio alla stampa la delibera illustrata alla giunta regionale sul Fondo affitti

BARI - La vicepresidente e assessore all’Assetto del territorio ed Edilizia residenziale pubblica, Angela Barbanente, ha presentato questo pomeriggio alla stampa la delibera illustrata alla giunta regionale sul Fondo affitti. “Anche quest’anno – ha detto – il fondo affitti si costruisce con una dotazione di 15 milioni di euro. Ai quali si aggiungono finalmente quest’anno 6,5 milioni di provenienza statale: l’anno scorso il finanziamento statale era pari a zero. Le somme sono al netto delle premialità da parte dei Comuni: prevediamo che i comuni in gran parte contribuiscano con una quota".

"Ai comuni che contribuiranno al fondo, la Regione parteciperà con un premio che complessivamente è di 6,5 milioni di euro. Quest’anno, come lo scorso, c’è anche una penalità per i comuni ad alta tensione abitativa che non cofinanzino il fondo. Grazie a questo sistema, condiviso dal partenariato (insieme alla Barbanente c’erano oggi i rappresentanti di Sunia e Assocasa), il cofinanziamento comunale è passato da 1,5 milioni di euro nel 2011 a 2,2 milioni nel 2012”.

“La Puglia – ha ricordato – è la Regione che contribuisce in maggior misura al Fondo affitti: nelle altre regioni i Comuni versano percentualmente molto di più”. “Una delle novità più rilevanti della delibera odierna è che parte delle somme stanziate possono essere utilizzate dai Comuni per la creazione di Agenzie per l’Affitto, nelle quali far incontrare la domanda e l’offerta – quella degli inquilini che hanno bisogno di sostegno e canoni agevolati e concordati e quella degli inquilini che hanno bisogno di garanzie per il pagamento dell’affitto”.

“La delibera localizza infine i fabbisogni e li divide tra i Comuni: oltre 2 milioni di euro vanno a Bari città. La scadenza per i Comuni – che devono predisporre i bandi – per la presentazione degli elenchi degli aventi diritto alla Regione è il prossimo 10 febbraio. I Comuni dovranno predisporre appositi capitoli di bilancio fuori dal patto di stabilità per poter effettivamente erogare le somme”.

“Ce la mettiamo tutta – ha concluso – per venire incontro agli inquilini, ma anche la Regione ha problemi di patto di stabilità per il versamento delle somme ai Comuni per i vincoli del Patto di stabilità: solo la settimana scorsa è stata sbloccata la somma per quasi concludere l’annualità 2012. Poi attendiamo che il CIPE modifichi i criteri per l’individuazione dei comuni ad alta tensione abitativa, perché alcuni centri specie del Salento sono fuori dai criteri anche se colpiti dal boom turistico” (per consultazione delibera e allegati cliccare qui)

Provincia Brindisi

1
BRINDISI
357.080,92
2
CAROVIGNO
23.993,46
3
CEGLIE MESSAPICA
29.444,41
4
CELLINO SAN MARCO
2.454,66
5
CISTERNINO
3.486,09
6
ERCHIE
1.442,81
7
FASANO
103.405,59
8
FRANCAVILLA FONTANA
117.106,10
9
LATIANO
22.964,44
10
MESAGNE
56.662,68
11
ORIA
10.762,48
12
OSTUNI
121.959,08
13
SAN DONACI
4.116,64
14
SAN MICHELE S.
7.646,23
15
SAN PANCRAZIO S.
5.186,08
16
SAN PIETRO V.
47.016,45
17
SAN VITO DEI N.
52.839,91
18
TORCHIAROLO
10.571,31
19
TORRE S. SUSANNA
4.937,81
20
VILLA CASTELLI
2.811,27

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondo affitti 2014: 15 milioni dalla Regione e 6,5 dallo Stato. I nostri Comuni

BrindisiReport è in caricamento