Martedì, 26 Ottobre 2021
Economia

Avio Aero apre le porte ai fornitori: martedì incontro con le aziende locali

Avio Aero apre le porte del suo stabilimento di Brindisi a tutti i fornitori locali, nell’ambito di un incontro organizzato per martedì (20 ottobre), in collaborazione con Confindustria Brindisi. Sarà un’occasione per presentare alle imprese del territorio le attività di Avio Aerio e di General Electric (multinazionale di cui l’azienda fa parte) in Italia

BRINDISI – Avio Aero apre le porte del suo stabilimento di Brindisi a tutti i fornitori locali, nell’ambito di un incontro organizzato per martedì (20 ottobre), in collaborazione con Confindustria Brindisi. Sarà un’occasione per presentare alle imprese del territorio le attività di Avio Aerio e di General Electric (multinazionale di cui l’azienda fa parte) in Italia. Da una nota di Confidustria si apprende che verranno illustrati  “i processi e le rigorose modalità di collaborazione tra la multinazionale e i fornitori, che avranno così modo di interagire con i rappresentanti aziendali e conoscere meglio le logiche che regolano il mondo degli acquisti in Ge”.

All’incontro saranno presenti: Gioacchino Ficano, responsabile dello stabilimento Avio Aero di Brindisi, Giorgio Barbero, responsabile ufficio acquisti Avio Aero, Alessandro Coppola, direttore delle Relazioni Istituzionali di Ge e Angelo Guarini, direttore di Confindustria Brindisi.

“L’evento costituisce un’importante occasione di confronto tra Avio Aero e i fornitori della provincia di Brindisi, per condividere le esperienze relative alla parte di cammino fatta insieme ma, soprattutto, per guardare alle sfide e alle opportunità di sviluppo future” – ha dichiarato Giorgio Barbero, responsabile ufficio acquisti Avio Aero.
 
"È un'iniziativa molto positiva: Avio Aero lancia un ulteriore e chiaro segnale di  apertura concreta verso il territorio e le imprese locali - ha dichiarato Angelo Guarini, Direttore di Confindustria Brindisi - rer la nostra Organizzazione, ciò rappresenta un importante momento di vita associativa, con la partecipazione di una cinquantina di pmi associate all'incontro".
 
Va detto che lo stabilimento Avio Aero di Brindisi conta attualmente più di 650 dipendenti. “Questo incontro con le realtà aziendali pugliesi  - si legge in un comunicato di Confindustria Brindisi - è un ulteriore segnale di stima e collaborazione tra azienda e territorio, confermata anche dall’importante evoluzione che sta vivendo oggi lo stabilimento di Brindisi: è stato infatti scelto da Ge come uno dei più importanti centri al mondo per la revisione e manutenzione delle turbine classe Lm, impiegate sia nella propulsione navale sia in campo industriale”.

Grazie a tale accordo, “adesso nel sito di Brindisi si svolgono anche le attività di revisione e manutenzione delle turbine LM6000, un vero bestseller mondiale, utilizzate in campo industriale, ad esempio, per la generazione di energia elettrica, ma che si stanno affermando con successo anche nel settore marino, già montate a bordo di circa 20 unità navali”. 

L’azienda è attiva anche sul piano delle collaborazioni scientifiche e di R&d, se si considera che “ha realizzato laboratori condivisi tra università e azienda – si legge ancora nel comunicato di Confindusria - come ad esempio l’Energy Factory Bari che, in partnership col Politecnico di Bari, vede impegnati ricercatori nei settori dell’aerospazio e dell'energia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avio Aero apre le porte ai fornitori: martedì incontro con le aziende locali

BrindisiReport è in caricamento