menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Puglia: stanzati cinque milioni di euro per le aziende agrituristiche

Bando per agriturismi, le masserie e i boschi didattici messi in crisi dal Covid. "Aiuto forfettario, sotto forma di liquidità e nella misura di 7 mila euro"

La Regione Puglia stanzia 5 milioni di euro a sostegno delle imprese agrituristiche pugliesi colpite dall’emergenza sanitaria da Covid-19. Il via libera al bando, di imminente pubblicazione sul Burp, è arrivato oggi (mercoledì 31 marzo). E’ stato concepito per agevolare la ripartenza degli agriturismi, le masserie e i boschi didattici.

“Si tratta – dichiara l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia - del secondo intervento, a pochi mesi dall’attivazione della Misura 21 del Psr Puglia e della messa a bando di tre relativi avvisi, finalizzati a ristorare le aziende vitivinicole, florovivaistiche e agrituristiche colpite dalle rigide misure imposte per bloccare la diffusione del virus”. 

“Con una dotazione complessiva di 5 milioni di euro, il bando a sostegno degli agriturismi si è reso necessario per dare la possibilità anche alle ditte che non hanno potuto beneficiare del primo avviso di fronteggiare la crisi determinata da un crollo, ancora persistente, delle prenotazioni con il conseguente blocco delle attività”. 

“E' la stessa modalità del primo bando – spiega l’Autorità di Gestione del Psr Puglia, Rosa Fiore -, anche quest’ultimo ha l’obiettivo di fornire un aiuto forfettario, sotto forma di liquidità e nella misura di 7 mila euro, alle aziende attive sì da mitigare gli effetti della crisi socio-economica, compensare la contrazione del fatturato e conseguentemente del reddito degli agricoltori così da mantenere attiva l’offerta di servizi nelle aree rurali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento