rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Economia

Bruno: "Sì a Brindisi capitale italiana dell'eolico off shore"

Il consigliere regionale appoggia la proposta del presidente del Cna di realizzare il più grande polo italiano di produzione energetica off shore

BRINDISI – Il consigliere regionale Maurizio Bruno (Pd) si esprime a sostegno della proposta di realizzare a Brindisi il più grande polo italiano di produzione energetica off shore, avanzata dal presidente del Cna di Brindisi, Franco Gentile. “Non è solo condivisibile e opportuna – afferma Bruno - ma meritevole del più ampio sostegno possibile”.

“La città di Brindisi è in questo momento storico per l’Europa a un punto cruciale di svolta – dichiara Bruno - della sua storia. La fase di transizione energetica in atto è un’opportunità che, se colta, può letteralmente trasformare il nostro futuro e fare di Brindisi una capitale dell’energia pulita, dopo essere stata per troppo tempo una capitale del carbone e dell’inquinamento”.

“Ma, come giustamente sottolinea Gentile – prosegue il consigliere regionale - questa svolta storica non sarà possibile se non abbandoneremo la cultura dei no a prescindere e se, per una volta, non riusciremo a essere compatti. L’idea di fare di Brindisi un capoluogo dell’eolico off shore è estremamente concreta. Abbiamo vantaggi che altri non hanno. Abbiamo un’area di mare su cui già insiste un’area industriale, per cui paesaggio e turismo subirebbero un impatto molto relativo”.

“Abbiamo, proprio per via della centrale di Cerano- rimarca ancora Bruno -  infrastrutture già esistenti e pronte per l’immissione nella rete elettrica nazionale di grandi quantità di energia. Abbiamo, come ricorda ancora Gentile, una notevole disponibilità di aree retroportuali dove realizzare le torri eoliche, per non parlare delle banchine per trasportarle via mare ai luoghi di ancoraggio Non resta che il nostro impegno politico e istituzionale”. 

“Abbiamo bisogno di coesione – conclude Bruno - visione e di parlare a un’unica voce. Se non cogliamo questa opportunità, e non la cogliamo assieme, difficilmente ne avremo in futuro altre di simili e tale portata. Non perdiamola”. 

Vizzino: "Ampiamente condivisibile la proposta della Cna"

"La proposta del presidente della Cna di Brindisi Franco Gentile di candidare Brindisi a capitale dell’eolico offshore è ampiamente condivisibile perché va in direzione di una reale trasformazione della produzione energetica nel nostro paese e, allo stesso tempo, sfrutta in pieno una vocazione del territorio brindisino. Realizzare campi eolici nel mare antistante gli insediamenti industriali non crea problemi di carattere ambientale e consente a Brindisi di disegnare un futuro diverso dalla produzione di energia attraverso il carbone. Tutto questo, peraltro, come giustamente evidenziato da Gentile, offre al territorio una grande opportunità imprenditoriale ed occupazionale perché Brindisi potrebbe davvero diventare la capitale italiana dell’eolico offshore, con il conseguente insediamento di impianti per la produzione di torri eoliche destinate anche ad altri siti. Oggi più che mai, però, è necessario ‘fare squadra’, accantonando diversità di vedute che hanno fatto già perdere tante opportunità di sviluppo", afferma Mauro Vizzino, presidente commissione sanità della Regione Puglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruno: "Sì a Brindisi capitale italiana dell'eolico off shore"

BrindisiReport è in caricamento