menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Chiesa del Carmine con l'ex convento

La Chiesa del Carmine con l'ex convento

Chiesa con resort a cinque stelle

OSTUNI - Il Comune di Ostuni ha affidato aduna società di Bari, con la formula del project financing, il recupero dell'ex convento dei frati carmelitani attiguo alla chiesa della Madonna del Carmine, un luogo di culto la cui origine risale al 1400

OSTUNI - Una storica azienda di costruzioni di Bari, che da qualche tempo sta investendo nel settore del recupero di beni immobili la cui ristrutturazione è fuori portata per le risorse delle pubbliche amministrazioni, un grande campo operativo esteso anche la pubblicazione degli elenchi di aree e strutture civili e militari alienabili) è il soggetto al quale il Comune di Ostuni ha affidato con la formula del project financing il recupero dell'ex convento dei frati carmelitani attiguo alla chiesa della Madonna del Carmine, un luogo di culto la cui origine risale al 1400 ma che è stata oggetto di vari interventi nel Seicento, Settecento (le decorazioni barocche dell'interno), e l'ultimo riguardante la facciata neoclassica, a cavallo tra il XIX e il XX secolo. La chiesa fu dedicata nel 1675 alla Madona del Monte Carmelo, voluta come patrona della città.

L'operazione è stata formalizzata con la firma di un contratto di project financing tra il sindaco Domenico Tanzarella e il legale rappresentante della Metaresorts Srl, Dante Mazzitelli. La Metaresorts fa parte del gruppo Sogea Srl, e controlla altre quattro strutture di alto livello: l'Hotel Bernina nell'Alta Valle Engandina, nei pressi di Saint Moritz; Terranobile, una villa di fine Ottocento non lontana da Bari; Masseria Pietrasole sempre nelle campagne baresi; Fuenti sulla Costiera Amalfitana. Metaresorts ha inoltre preso dall'Agenzia del demanio, e recuperato, Villa Tolomei a Firenze. A queste si aggiungerà XVII Cavalieri, il nome che assumerà l'ex convento dei Carmelitani se il consiglio comunale approverà i progetti esecutivo e definitivo che Metaresorts dovrà presentare.

Il partner è stato individuato con una procedura alla quale si erano presentate solo due imprese, tra le quali Sogea cui era subentrata poi la controllata Metaresorts. L'impegno di investimento per recuperare l'antica struttura è di 3,6 milioni di euro e la stessa resterà a Metaresorts per 25 anni. L'amministrazione comunale di Ostuni riceverà 75mila euro l'anno a partire dal quarto anno. Dante Mazzitelli ha dichiarato che la società che rappresenta intende fare dell'ex convento un resort a 5 stelle. La convivenza con la chiesa della Madonna del Carmelo? La manifestazione religiosa più importante che vi si svolge è la processione del 16 luglio. Per il resto dell'anno la chiesa non è sempre aperta. Non si hanno notizie di opposizioni da parte dell'Arcidiocesi di Brindisi e Ostuni. Un insolito connubio, tuttavia che non rappresenterà certo una rarità in tempi di grandi saldi per parte del patrimonio pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento