Economia

Intervento/ Emiliano dovrebbe avviare gli atti per la decadenza dell'Asi di Brindisi

Questo organo di informazione ha di recente ospitato un appassionato intervento del presidente Left Brindisi riguardante le particolari motivazioni giuridiche e di fatto poste a base del suo convincimento per suggerire l'adozione di apposita legge

Questo organo di informazione ha di recente ospitato un appassionato intervento del presidente Left Brindisi riguardante le particolari motivazioni giuridiche e di fatto poste a base del suo convincimento per suggerire l'adozione di apposita legge. Detto intervento è ritenuto opportuno ed in linea con la vigente normativa, ma necessita, conseguentemente,  di essere mantenuto vivo con concrete azioni tendenti all'abolizione immediata di una pubblica società consortile che, oltre ad essere costosa per i cittadini di Brindisi e per quelli di Francavilla, Ostuni e Fasano, soci del consorzio, appare, comunque, collocata in stridente contrasto con i piani territoriali e di sviluppo socio-economico degli enti soci.

Allo stato e tenuto conto della situazione giuridica in cui versa il Consorzio Asi di Brindisi per il quale, se necessario,  potrebbe essere avviata la procedura di liquidazione, non appare peregrina la ipotesi di richiesta di un socio di verifica di legittimità degli atti posti in essere dalla società consortile  in ordine, specificatamente, ad eventuali assunzioni di personale, incarichi professionali di natura tecnica, costituzione in giudizi civili e penali, retribuzioni e premi incentivanti al personale.

Stando così le cose, sembra difficoltoso per l'apparato burocratico del Comune di Brindisi esprimere parere favorevole dal punto di vista tecnico e contabile sulla delibera relativa per lavori stradali che interessano la zona industriale della città ed altrettanto non facile sarà per il collegio dei revisori rendere la propria motivazione sull'atto di che trattasi,  volendo escludere la motivazione dell'affidamento dei lavori a trattativa privata alla partecipata Brindisi Multiservizi per rimpinguare la non felice situazione finanziaria di detta società. Dovrà essere, allora, il presidente della giunta regionale, Michele Emiliano, opportunamente attenzionato al problema, ad avviare con urgenza gli atti per la decadenza del Consorzio Asi di Brindisi. (Franco Leoci)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento/ Emiliano dovrebbe avviare gli atti per la decadenza dell'Asi di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento