rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Economia

La giunta regionale vara bozza di Piano delle merci e della logistica

La giunta regionale pugliese ha approvato  nella sua seduta odierna il "Piano regionale  delle Merci e della Logistica"

La giunta regionale pugliese ha approvato  nella sua seduta odierna il "Piano regionale  delle Merci e della Logistica" affidando al direttore dell’Arem (Agenzia regionale per la mobilità) l’organizzazione ed il coordinamento delle attività per l’elaborazione della proposta di Prml nell’ambito di un processo partecipativo, attraverso il confronto con gli altri stakeholder e con la collettività, anche avvalendosi di supporto e collaborazioni specialistiche.

Il Prml è ultimo strumento attuativo, ad oggi mancante,nelle previsioni della L.R. 16/2008,  e che analizza in un’ ottica intermodale le quattro opzioni di trasporto (ferroviario, automobilistico, aereo e marittimo), ed è preposto a declinare nello specifico la strategia regionale in tema di merci e logistica. Questi gli  indirizzi strategici  che il documento dovrebbe contenere:

  • rafforzare le connessioni dei nodi secondari e terziari delle “aree interne” e di quelle dove sono localizzati significativi distretti di produzione agricola e agro-industriale con i principali assi viari e ferroviari della rete Ten-T;
  • promuovere lo sviluppo del trasporto combinato strada-mare, incluse le autostrade del mare, e ferro-mare integrando a rete e specializzando per funzioni i terminal portuali, le aree retro portuali, i poli logistici, i terminal ferroviari e le funzioni aeroportuali di trasporto delle merci;
  • potenziare infrastrutture e attrezzature portuali e interportuali di interesse regionale, ivi inclusi il loro adeguamento ai migliori standard ambientali, energetici e operativi e potenziare l’integrazione dei porti con le aree retro portuali (infrastrutture e tecnologie della rete globale/locale);
  • aumentare la competitività del sistema portuale e interportuale;
  • accrescere l’utilizzo della rete ferroviaria per la mobilità delle merci attraverso il completamento dell’interoperabilità delle cinque ferrovie regionali, adeguando il materiale rotabile e l’infrastruttura ai migliori standard tecnici;
  • sviluppare e migliorare i sistemi di trasporto sostenibili dal punto di vista dell’ambiente (anche a bassa rumorosità) e a bassa emissione di carbonio, inclusi trasporti marittimi, porti, collegamenti multimodali e infrastrutture aeroportuali, al fine di favorire la mobilità regionale e locale sostenibile, eliminando le strozzature nelle principali infrastrutture di rete
  • valorizzare le potenzialità degli scali aerei cargo di Bari, Brindisi e di quello intercontinentale di Grottaglie per il trasporto di merci ad elevato valore unitario e/o alta deperibilità, secondo una visione sinergica della Piattaforma logistica multimodale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta regionale vara bozza di Piano delle merci e della logistica

BrindisiReport è in caricamento