rotate-mobile
Economia

La Regione approva il Piano strategico dell'Area vasta brindisina

BRINDISI - Il 24 gennaio scorso il Piano Strategico dell'Area Vasta Brindisina ha ottenuto il parere favorevole dal Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Puglia. “L'approvazione del Piano strategico - dichiara Mauro D'Attis, vicesindaco di Brindisi, Comune capofila - rappresenta il raggiungimento di un grande traguardo, ottenuto grazie alla visione condivisa e partecipata delle scelte, da parte delle amministrazioni e dei partner istituzionali ed economico-sociali aderenti al processo, che ha sempre contraddistinto il percorso sin dal 2008. Finalmente raccogliamo i frutti di un duro lavoro che si protrae da tre anni, che ci ha permesso di superare il vaglio del nucleo di valutazione della Regione e che ha consentito di definire, un modello di sviluppo che mancava in termini di progettualità concreta e espressa sul territorio".

BRINDISI - Il 24 gennaio scorso il Piano Strategico dell'Area Vasta Brindisina ha ottenuto il parere favorevole dal Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Puglia. "L'approvazione del Piano strategico - dichiara Mauro D'Attis, vicesindaco di Brindisi, Comune capofila - rappresenta il raggiungimento di un grande traguardo, ottenuto grazie alla visione condivisa e partecipata delle scelte, da parte delle amministrazioni e dei partner istituzionali ed economico-sociali aderenti al processo, che ha sempre contraddistinto il percorso sin dal 2008. Finalmente raccogliamo i frutti di un duro lavoro che si protrae da tre anni, che ci ha permesso di superare il vaglio del nucleo di valutazione della Regione e che ha consentito di definire, un modello di sviluppo che mancava in termini di progettualità concreta e espressa sul territorio".

Il Piano Strategico è stato consegnato al vaglio della Regione il 4 dicembre 2008, a conclusione del percorso che ha visto impegnati per oltre un anno, i sindaci dei Comuni aderenti all'Area Vasta Brindisina e il presidente della Provincia di Brindisi. Il documento contiene oltre 600 idee-progetto sviluppate da Istituzioni locali e da componenti del partenariato economico-sociale.

"Un approccio strategico fortemente unitario - prosegue D'Attis - che ha dato priorità agli interessi del territorio rispetto ai campanilismi e alle divisioni politiche. L'attuazione del Piano Strategico sta rappresentando un'occasione di sperimentazione attiva di un nuovo metodo di governance istituzionale, finalizzata allo sviluppo dell'intero territorio, che coinvolge più settori come le politiche delle opere pubbliche, della mobilità, dell'urbanistica, dell'ambiente, del welfare, del sostegno attivo per il lavoro e l'occupazione. Il mio auspicio è che si prosegua su questa strada e si continui dar seguito agli impegni profusi dall'intera classe dirigente di questo territorio. È fondamentale che la Regione Puglia continui a credere e investire nella metodologia della Pianificazione Strategica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione approva il Piano strategico dell'Area vasta brindisina

BrindisiReport è in caricamento