Linee Valona, si amplia posto controlli

BRINDISI – Migliorerà il meccanismo dei controlli di polizia e doganali nella zona di imbarco e sbarco extra - Schengen di Costa Morena Ovest, riservata ai collegamenti con i Paesi non appartenenti all’Unione Europea, quindi nel caso di Brindisi quelli con Albania ed eventualmente Turchia se quel traffico dovesse riprendere. Miglioreranno le condizioni di lavoro della Polmare e dei servizi doganali, miglioreranno i tempi di attesa dei passeggeri.

Zona di imbarco extra-Schengen a Costa Morena

BRINDISI – Migliorerà il meccanismo dei controlli di polizia e doganali nella zona di imbarco e sbarco extra - Schengen di Costa Morena Ovest, riservata ai collegamenti con i Paesi non appartenenti all’Unione Europea, quindi nel caso di Brindisi quelli con Albania ed eventualmente Turchia se quel traffico dovesse riprendere. Miglioreranno le condizioni di lavoro della Polmare e dei servizi doganali, miglioreranno i tempi di attesa dei passeggeri.

Inoltre tutte le eventuali attività di approfondimento dei controlli, spiega a BrindisiReport.it il dirigente della stessa Polizia di Frontiera, vicequestore Salvatore De Paolis, saranno spostate dall’attuale sede nel Seno di Levante nella nuova struttura, con evidente eliminazione di lungaggini, spostamenti e disagi.

La consegna dei lavori all’impresa incaricata, la Cogit di Brindisi, è avvenuta stamani, e gli interventi dovranno essere conclusi entro 81 giorni, quindi prima di Natale (periodo di forte afflusso di passeggeri in partenza per Valona, e quindi a fine festività in rientro). Per abbattere il più possibile gli intralci alle attività di imbarco e sbarco, l’ampliamento – come previsto dal bando di gara e dal contratto, e come ricorda un’ordinanza del commissario straordinario Ferdinando Lolli – avverrà in due distinte fasi. Per il deflusso dei veicoli, auto e Tir, sarà lasciata aperta una delle due attuali corsie.

I lunghi tempi di attesa, le code al controllo passaporti che si snodano al di fuori di ogni riparo dal sole o dalle intemperie, è sempre stato il motivo di maggiore doglianza e critica degli operatori ed agenti marittimi che si occupano della linea per Valona e delle navi in servizio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento