Linee Valona, si amplia posto controlli

BRINDISI – Migliorerà il meccanismo dei controlli di polizia e doganali nella zona di imbarco e sbarco extra - Schengen di Costa Morena Ovest, riservata ai collegamenti con i Paesi non appartenenti all’Unione Europea, quindi nel caso di Brindisi quelli con Albania ed eventualmente Turchia se quel traffico dovesse riprendere. Miglioreranno le condizioni di lavoro della Polmare e dei servizi doganali, miglioreranno i tempi di attesa dei passeggeri.

Zona di imbarco extra-Schengen a Costa Morena

BRINDISI – Migliorerà il meccanismo dei controlli di polizia e doganali nella zona di imbarco e sbarco extra - Schengen di Costa Morena Ovest, riservata ai collegamenti con i Paesi non appartenenti all’Unione Europea, quindi nel caso di Brindisi quelli con Albania ed eventualmente Turchia se quel traffico dovesse riprendere. Miglioreranno le condizioni di lavoro della Polmare e dei servizi doganali, miglioreranno i tempi di attesa dei passeggeri.

Inoltre tutte le eventuali attività di approfondimento dei controlli, spiega a BrindisiReport.it il dirigente della stessa Polizia di Frontiera, vicequestore Salvatore De Paolis, saranno spostate dall’attuale sede nel Seno di Levante nella nuova struttura, con evidente eliminazione di lungaggini, spostamenti e disagi.

La consegna dei lavori all’impresa incaricata, la Cogit di Brindisi, è avvenuta stamani, e gli interventi dovranno essere conclusi entro 81 giorni, quindi prima di Natale (periodo di forte afflusso di passeggeri in partenza per Valona, e quindi a fine festività in rientro). Per abbattere il più possibile gli intralci alle attività di imbarco e sbarco, l’ampliamento – come previsto dal bando di gara e dal contratto, e come ricorda un’ordinanza del commissario straordinario Ferdinando Lolli – avverrà in due distinte fasi. Per il deflusso dei veicoli, auto e Tir, sarà lasciata aperta una delle due attuali corsie.

I lunghi tempi di attesa, le code al controllo passaporti che si snodano al di fuori di ogni riparo dal sole o dalle intemperie, è sempre stato il motivo di maggiore doglianza e critica degli operatori ed agenti marittimi che si occupano della linea per Valona e delle navi in servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Droga, rapine, armi: chiesto giudizio anche per 5 brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento