Economia Mesagne

Progetto BiodiverSo: come tutelare le nostre biodiversità agricole

Sabato 28 marzo a Masseria Canali di Mesagne dalle ore 10 verrà presentato “Biodiverso”, un progetto che mira a tutelare e tramandare i principi della biodiversità pugliese. Organizzato da Agriplan srl con il supporto del partenariato di progetto

MESAGNE - Anche il Gal Terra dei Messapi partecipa all’incontro organizzato per sabato 28 marzo presso Masseria Canali di Mesagne dove, a partire dalle ore 10 verrà presentato “Biodiverso”, un progetto che mira a tutelare e tramandare i principi della biodiversità pugliese. Organizzato da Agriplan srl con il supporto del partenariato di Progetto BiodiverSO, l’appuntamento di Mesagne rappresenta un momento importante per la divulgazione degli obiettivi, dei risultati raggiunti e dell’impegno del progetto BiodiverSO per la tutela della biodiversità pugliese.

Sabato 28 marzo si aprirà con una Tavola Rotonda alla quale parteciperanno alcuni partner scientifici di progetto, le aziende brindisine coinvolte, Agriplan e il Gal Terra dei Messapi. Un momento di confronto e condivisione moderato da Marcello Longo della Fondazione Slow Food per il Biologico. In chiusura della mattinata sarà possibile esplorare il mondo di BiodiverSO grazie ad una mostra di materiali vivi e teche, alla galleria fotografica dei patriarchi della biodiversità (a cura di Eco-Logica) e alla presenza di aziende agricole e operatori del brindisino. Un appuntamento da non perdere per conoscere meglio e aiutarci a tutelare la biodiversità pugliese.

Programma: Tavola rotonda - Moderatore: Marcello Longo – Consigliere della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus. Saluti: Franco Scoditti – Sindaco del Comune di Mesagne; Fabio Zullo – Agronomo Terra di Puglia – Libera Terra. Introduzione: Franco Bellino – Responsabile della Misura 214 azione 4/a PSR Puglia 2007-2013 – Regione Puglia.

Interventi: Pietro Santamaria / Angelo Signore – Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze
Agro-Ambientali e Territoriali, “Promuovere e arricchire le conoscenze sul patrimonio di agro biodiversità orticola della Puglia. La
strategia del progetto BiodiverSO”; Gabriella Sonnante – Istituto di Bioscienze e Biorisorse – CNR Bari, “Genetica e genomica del carciofo per migliorare sostenibilità e qualità”; Roberta Spanò – Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Dipartimento di Scienze del Suolo della
Pianta e degli Alimenti, "Stato dell’arte nel risanamento del carciofo nel progetto BiodiverSO”.

Poi, Massimiliano Renna– Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari – Cnr Bari, “Aspetti qualitativi e salutistici di due ortaggi tipici pugliesi: Barattiere di Fasano e Pomodoro Regina”; Franco Damiano – Presidente del Gal Terra dei Messapi, “La risposta del GAL alla salvaguardia della biodiversità”. Conclusioni: Michelangelo De Palma / Daniela Guida – Agriplan Srl, “Il Progetto BiodiverSO e l’approccio partecipativo. La Rete Regionale della Biodiversità delle Specie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto BiodiverSo: come tutelare le nostre biodiversità agricole

BrindisiReport è in caricamento