menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Igiene urbana: fine del precariato per 16 lavoratori della Tekra

Lieto fine sulla lunga vertenza che ha coinvolto i dipendenti della ditta appaltatrice del Comune di Mesagne: saranno tutti sabilizzati

MESAGNE - Fine del precariato per 16 lavoratori della ditta Tekra, appaltatrice del servizio di igiene ambientale del Comune di Mesagne. I dipendenti saranno stabilizzati con contratti di lavoro a tempo indeterminato: 8 full time e la restante metà part time al 50 per cento, con la prospettiva di un contratto full time, nel caso in cui dovessero verificarsi determinate condizioni. Il buon esito della vertenza viene comunicato dal sindacato Cobas di Brindisi, presente a un incontro svoltosi stamani fra il comune di Mesagne, rappresentato dal sindaco Toni Matarrelli, l’azienda e le organizzazioni sindacali.

Il sindacato Cobas, attraverso una nota a firma di Cosimo Quaranta, esprime soddisfazione “per la notizia, per certi versi inattesa, circa l'evoluzione del percorso di stabilizzazione dei lavoratori precari che sembrava lontano dal concretizzarsi. Finalmente una bella pagina da scrivere per quanto riguarda la lotta al precariato in generale, ancora particolarmente diffuso anche nel nostro territorio”.

“Se non fosse stato per la decisa lotta dei lavoratori precari – si legge ancora nel comunicato - che alla fine della scorsa estate hanno temuto di perdere la speranza di una continuità occupazionale nel circuito dell’igiene ambientale del Comune di Mesagne questo risultato non si sarebbe raggiunto o avrebbe tardato ad arrivare”.

I lavoratori arrivarono a incatenarsi al cancello di ingresso del deposito mezzi del cantiere di Mesagne e diedero vita a un sit in permanente di due settimane, con una sola tenda a ripararli da freddo e pioggia, davanti al municipio, per far valere i loro diritti. “Non chiedevano altro - afferma Cosimo Quaranta - che il riconoscimento dei loro sacrosanto diritto al lavoro sancito nella nostra Carta Costituzionale. Possiamo dunque dire che questa azione di lotta è stato il valore aggiunto per una accelerazione verso la stabilizzazione e verso la cancellazione del precariato nel servizio di raccolta del Comune di Mesagne”.

Il Cobas ringrazia “tutta la dirigenza della Tekra per la sensibilità e la disponibilità al dialogo con le organizzazioni sindacali affinché si potesse costruire insieme il percorso che nei fatti ha portato al raggiungimento di questo storico e importante risultato. Parimenti intendiamo ringraziare il Sindaco Toni Matarrelli per essere stato parte attiva in questo percorso e per aver dato sostegno ad azienda e sindacati per fare in modo di trovare la soluzione condivisa e in tempi rapidi”. “Ma, cosa più importante – conclude Quaranta - vorremmo ringraziare i lavoratori precari interessati che con la loro tenacia, con la loro perseveranza, e con la loro determinazione hanno dimostrato che la lotta fa la differenza. I lavoratori sono stati protagonisti veri di questo straordinario risultato ed è a loro che vanno le nostre congratulazioni e i nostri migliori auguri alle loro famiglie”:


Tedesco (Fp Cgil): "Si è conclusa una bella pagina sindacale"

"Con  la sospirata stabilizzazione di 16 lavoratori precari dell'igiene ambientale, nello specifico lavoratori della ditta Tekra che opera presso il  comune di Mesagne, è stato riconosciuto il sacrificio di tante famiglie che nel corso degli anni hanno vissuto nella precarietà confidando nell’agoniata stabilizzazione", sono le prime parole di Pancrazio Tedesco, segretario generale Fp Cgil Brindisi.  "Un grazie particolare - continua il sindacalista - deve essere rivolto al sindaco Toni Matarrelli, il quale con la presenza e la tenacia che da sempre lo contraddistinguono, ha contribuito alla soluzione della presente vertenza. Vertenza che non avrebbe potuto avere i risvolti desiderati se non ci fosse stata la volontà Aziendale da sempre protesa verso soluzioni ottimali per il servizio e per i propri dipendenti. Adesso il servizio di igiene ambientale di Mesagne potrà vantare un organico più compatto e coeso, elementi questi che potranno solo rendere sempre più competitiva una cittadina strutturalmente unica. Buon primo maggio". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento