Economia

Zizza: "La Santa Teresa verso il fallimento"

Sul caso Santa Teresa si registra un comunicato del senatore Vittorio Zizza, dei Conservatori e Riformisti. “La società Santa Teresa verso il fallimento, dal prossimo 31 luglio 122 persone avranno perso il proprio posto di lavoro"

BRINDISI – Sul caso Santa Teresa si registra un comunicato del senatore Vittorio Zizza, dei Conservatori e Riformisti. “La società Santa Teresa verso il fallimento, dal prossimo 31 luglio 122 persone avranno perso il proprio posto di lavoro, tutto questo nel totale immobilismo del governo” così il senatore dei Conservatori e Riformisti, Vittorio Zizza, commenta l’esito del Consiglio Provinciale di Brindisi durante il quale il Presidente, Maurizio Bruno, ha confermato l’indisponibilità dell’Ente ad affrontare la vertenza occupazionale della società pubblica.

“E’ inaccettabile – dice Zizza - che questa politica non sia stata in grado sino ad oggi di affrontare la crisi della Santa Teresa. Renzi e le sue riforme non hanno fatto altro che tagliare servizi e posti di lavoro- dice Zizza- Oggi il Presidente Bruno dice di poter garantire i servizi e a tenere in vita la società in house Santa Teresa solo  fino al 31 luglio. In attesa di nuovi e auspicabili sviluppi e interventi esterni, che al momento sembrano non esserci all’orizzonte”.

“Maurizio Bruno non è da meno rispetto a Renzi- aggiunge ancora il senatore dei CoR- Bruno è il commissario liquidatore di Renzi e del Partito Democratico nel distruggere la provincia di Brindisi. I Conservatori e Riformisti attraverso una serie di emendamenti hanno suggerito proposte serie e soluzioni fattibili mirate a stabilizzare il personale della Santa Teresa. Crediamo ancora – conclude il parlamentare di Carovigno -  che questa sia una delle migliori strade percorribili per salvare 122 posti di lavoro e non privare il nostro territorio di servizi fondamentali mettendo a rischio l’incolumità dei cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zizza: "La Santa Teresa verso il fallimento"

BrindisiReport è in caricamento