Sabato, 23 Ottobre 2021
Elezioni

"La chiusura al traffico dei corsi prevista e decisa già nel 2002"

La questione della chiusura dei corsi di Brindisi al traffico e la creazione di isole pedonali ha una storia amministrativa. la ricorda un ex dipendente comunale dell'Ufficio traffico, il geometra Aldo Indini

BRINDISI - La questione della chiusura dei corsi di Brindisi al traffico e la creazione di isole pedonali ha una storia amministrativa. la ricorda un ex dipendente comunale dell'Ufficio traffico, il geometra Aldo Indini, con riferimento all'appello lanciato oggi ai candidati sindaco dall'associazione "I Mille di Corso Garibaldi". Sarà certamente un tema della campagna elettorale.

Con delibera del Consiglio Comunale n. 18 del 09/03/1992, venne approvato il primo Piano Urbano del Traffico e nelle previsioni sulla istituzione dell’isola pedonale, anche la chiusura dei corsi che si sarebbe dovuta attuare in quattro fasi. In particolare per quanto riferita la formazione dell’ isola pedonale Corso Garibaldi, oltre ai rilievi i traffico, sui volumi, l’origine e destinazione dei veicoli, la fermata e la sosta, carico e scarico merci, congestione, sinistri, emergenza, valutata anche la presenza di inquinamento in relazione all’alta quantità di tavolini di bar, pizzerie, portava la previsione di aumento della pedoni di oltre il triplo.

Da un’indagine tra esercizi commerciali e residenti sul Corso Garibaldi, favorevoli solo il 20%, ma la città no, i cittadini speravano di avere una possibilità di passeggio al centro libero di veicoli. Fu così che i redattori del Put decisero l’indagine cittadina mediante l’invio di 5.000 cartoline; risposero 3.000 cittadini di cui 2.500 si e 500 no. A fronte all’80% favorevole l’isola pedonale, Corso Garibaldi, venne inserita, con priorità, nel Put.

Nel luglio 2000 approntai quanto necessario e venne realizzata l’isola pedonale sul Corso Garibaldi ritenuta dai cittadini il salotto della città sia per l’arredo urbano, quanto per pregio ambientale. Il Consiglio Comunale con delibera n. 124 del 30.09.2002, per regolare meglio l’uso del suolo pubblico, ha approvato il nuovo piano dei parcheggi  In detta occasione il corso Garibaldi parte del Corso Roma ed Umberto vennero esclusi dal piano parcheggi perché inseriti quali isole pedonali.

Nelle varie ristrutturazioni ed infrastrutture da parte dei tecnici comunali la modifica del Corso Garibaldi per adattamento dell’Isola pedonale con l’allargamento dei marciapiedi, stante il divieto di sosta, e il rifacimento della carreggiata con la sostituzione delle “chianche ricoperte da manto bituminoso” con lastre di pietra dura, senza previsioni di sovraccarichi in caso di riapertura al traffico del Corso Garibaldi. (geom. Aldo Indini ex perito del Traffico del Comune)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La chiusura al traffico dei corsi prevista e decisa già nel 2002"

BrindisiReport è in caricamento