Venerdì, 23 Luglio 2021
Cultura

La "Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie"

Da lunedì 15 marzo gli eventi in streaming: tre giorni di incontri, dibatti e riflessioni, in collaborazione con "Libera associazioni, nomi e numeri contro le mafie"

MESAGNE - L'Amministrazione comunale di Mesagne - in collaborazione con “Libera associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, Fai Antiracket associazione “Legalità e Sicurezza” e “Avviso Pubblico, enti locali e regioni per la formazione civile contro le mafie” - ha definito il calendario di iniziative per onorare la “XXVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”.

Lunedì 15 marzo alle ore 11, Daniela Marcone presenterà “Non a caso”, un libro a più voci, con nomi e storie di uomini e donne, ragazzi che "non sono morti per una targa, una lapide, un discorso commemorativo, ma per un ideale di giustizia che sta a tutti noi realizzare”. All’incontro con l’autrice parteciperanno: Anna Maria Scalera, assessore ai Percorsi di legalità del Comune di Mesagne; Marco Calò, consulente alle Politiche culturali; Salvatore Spinelli e Anna Settanni, rispettivamente presidente della cooperativa sociale “Terre di Puglia Libera Terra” e responsabile del presidio di Libera a Mesagne.

Martedì 16 marzo alle ore 18, la giornalista Fabiana Agnello dialogherà con Marisa Fiorani, madre di Marcella Di Levrano, la giovane mamma uccisa nel 1990 dalla Scu. Interverranno l’assessore Anna Maria Scalera e la responsabile di Libera, Anna Settanni.

Sabato 20 marzo alle ore 10 si darà lettura pubblica dei nomi delle vittime di mafia nell’iniziativa a cura della cooperativa sociale “Terre di Puglia – Libera Terra” e del presidio cittadino di Libera. A seguire, con inizio alle ore 11, si svolgerà un incontro a distanza, rivolto alla città, in particolare agli studenti delle scuole superiori del territorio, con un momento di riflessione sul tema della legalità, sulle azioni di prevenzione messe in campo, sul contributo di tutte le istituzioni pubbliche che, a diverso titolo e per la propria funzione, presidiano il territorio nell’azione di prevenzione e contrasto dei fenomeni criminosi. Interverranno: il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli; il questore di Brindisi, Ferdinando Rossi; il capitano Antonio Corvino, comandante della compagnia dei Carabinieri di San Vito dei Normanni; il presidente di “Antiracket Fai Regione Puglia”, Fabio Marini; l’assessore Anna Maria Scalera e il presidente della cooperativa “Terre di Puglia”, Salvatore Spinelli. Modera il giornalista Cosimo Saracino.

Le iniziative saranno trasmesse in streaming sulle pagine facebook di “QuiMesagne”, "Presidio di Libera Mesagne", “Comune di Mesagne – Io non mi spengo” e sul canale YouTube di “QuiMesagne”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie"

BrindisiReport è in caricamento