menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In alto l'autrice Carolina Delburgo, in basso la riproduzione di uno schizzo raffigurante la stazione sanitaria di Bocche di Puglia

In alto l'autrice Carolina Delburgo, in basso la riproduzione di uno schizzo raffigurante la stazione sanitaria di Bocche di Puglia

L'esodo degli ebrei dall'Egitto a Brindisi: memorie di una esiliata

Negli spazi dell'Archivio di Stato di Brindisi verrà presentato, venerdì 17 giugno, il libro "Come ladri nella notte…la cacciata dall'Egitto" di Carolina Delburgo, incentrato sull'esodo forzato dall'Egitto degli ebrei, in prevalenza italiani, allontanati a metà degli anni '50 dal regime di Nasser

BRINDISI - Negli spazi dell’Archivio di Stato di Brindisi verrà presentato, venerdì 17 giugno, il libro “Come ladri nella notte…la cacciata dall’Egitto” di Carolina Delburgo, incentrato sull’esodo forzato dall’Egitto degli ebrei, in prevalenza italiani, allontanati a metà degli anni ’50 dal regime repubblicano di Nasser (politico e militare, secondo presidente della Repubblica egiziana dal 1956 al 1970, ndr).

La Delburgo, allora bambina, giunse a Brindisi all’alba del 29 novembre 1956 a bordo della motonave Achylleos insieme alla sua famiglia e ad altri numerosi profughi, costretti a lasciare tutti i loro beni in Egitto e a costruire una nuova vita in altri paesi. La città di Brindisi li accolse con solidarietà e amicizia, fornendo loro alloggio nella stazione sanitaria di Bocca di Puglia, da cui poi partirono per altre destinazioni (c'è una targa al porticciolo turistico a memoria di quei fatti).

Prenderanno parte alla presentazione, il direttore dell’Archivio di Stato, Francesca Casamassima, che, dopo il saluto di benvenuto passerà la parola al vicedirettore della società di Storia Patria per la Puglia, Giacomo Carito, che coordinerà gli interventi di Antonio Caputo (società Storia Patria), di Cristina Bocchialini, regista della californiana Boga Films, e dell’autrice del libro, Carolina Delburgo.

La presenza della regista Bocchialini non è casuale, dal 16 al 18 giugno, infatti, quest’ultima girerà un film documentario ripercorrendo con Carolina Delburgo i momenti del suo arrivo nella nostra città, grazie anche alla collaborazione di numerosi organismi, fra i quali la Lega Navale Italiana e la sede territoriale di Brindisi di Puglia Promozione. Nel corso della serata sarà possibile visionare una selezione di documenti conservati nell’Archivio di Stato, relativi all’arrivo dei profughi ebrei in quei mesi. La presentazione sarà ad ingresso libero e avrà inizio alle ore 18.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

social

Festa della mamma: quando si festeggia e perché

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento