Mesagne, auto e moto storiche: primo raduno da record

Migliaia di visitatori nella giornata di ieri, 10 novembre, hanno invaso le vie limitrofe alla villa comunale per ammirare 125 signore fiammanti che hanno segnato un’epoca

MESAGNE- Bentley, Porsche, Rolls Royce, Morgan, Maserati, Alfa e Fiat: le fiammanti e luccicanti signore storiche hanno visto un boom di collezionisti, appassionati e visitatori aggirarsi affascinati in via Granafei, vicino alla villa comunale, in occasione del primo Raduno di auto e moto storiche organizzato dal Club Astor, Aci storico provinciale e la scuderia Tonino Carbone, in collaborazione con il comune di Mesagne.

Ben 125 equipaggi, nella prima edizione della rassegna dedicata al mondo dell’auto storica,  hanno fatto il tutto esaurito con migliaia di foto, video e commenti anche sui social per condividere il modello preferito e l’emozione di esserci.

Positivo, certamente, anche il bilancio per il turismo e per i commercianti della città che hanno accolto e incontrato collezionisti e appassionati provenienti da più zone della provincia di Brindisi. Massiccia la presenza di giovani sempre più affascinati dal “carburante” d’epoca.

Dopo l’iscrizione e la consegna dei gadget, tutti i partecipanti al raduno hanno potuto ammirare, grazie a una guida, le bellezze architettoniche del centro storico e visitare il Castello normanno- svevo.

Superate nella concezione motoristica ma ineguagliabili per il fascino, le auto e moto d’altri tempi hanno poi sfilato lungo le vie principali di Mesagne, riportando alla memoria scene di vecchi film e abitudini degli italiani che hanno segnato un’epoca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento