settimana

Si intrufola in casa di un uomo e lo rapina: arrestata una brindisina

Un 65enne sorpreso nel sonno da una 44enne armata di coltello. Dopo una breve colluttazione la donna è riuscita a fuggire, ma i carabinieri l'hanno rintracciata

BRINDISI – Il suo sonno è stato bruscamente interrotto da una donna armata di coltello, entrata di soppiatto nella sua abitazione. E’ una vicenda da incubo quella vissuta da un brindisino di 65 anni che risiede in viale Aldo Moro. Una vicenda che si è conclusa con l’arresto in flagranza di reato della donna che con violenza lo aveva rapinato all’interno della sua abitazione. Si tratta di una brindisina di 44 anni. La presunta rapinatrice è stata rintracciata dai carabinieri della Sezione radiomobile della compagnia di Brindisi al culmine di una serrata caccia all’uomo. L’episodio si è verificato nella tarda serata di ieri (mercoledì 7 settembre).

RAPINA BRINDISI 2-2

La donna evidentemente sapeva che non sarebbe stato complicato introdursi nell’appartamento al piano terra rialzato in cui abita il 65enne. Le è bastato infatti arrampicarsi su un muretto e sollevare la persiana per entrare in casa del malcapitato. Una volta entrata in camera da letto, la rapinatrice, impugnando un grosso coltello prelevato dalla cucina, ha svegliato il 65enne e si è impossessata di un telefono cellulare e della tessera bancomat. Ma l’uomo, approfittando di un momento di distrazione della sgradita ospite, ha provato a disarmarla, ingaggiando una breve colluttazione nella quale entrambi hanno riportato delle ferite alle mani. Nonostante la reazione della vittima, ad ogni modo, la 44enne è riuscita a fuggire a piedi.

Il 65enne è riuscito a chiedere l'intervento delle forze dell’ordine. Nonostante la malintenzionata avesse tentato di camuffarsi con una parrucca, l’uomo aveva riconosciuto nel suo volto quello di una persona già nota. Immediatamente i carabinieri hanno battuto le vie limitrofe e nel giro di un paio d’ore, nei pressi del tribunale, a breve distanza dalla sua abitazione, hanno bloccato la sospettata. La perquisizione effettuata presso il suo domicilio ha permesso ai militari di rinvenire la parrucca usata durante la rapina e il telefono cellulare della vittima. Recuperata inoltre la refurtiva, restituita al legittimo proprietario. L'indagata, al termine della formalità di rito, è stata condotta presso la casa circondariale di Lecce, per il reato di rapina aggravata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intrufola in casa di un uomo e lo rapina: arrestata una brindisina

BrindisiReport è in caricamento