rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
settimana San Michele Salentino

Joseph D'Urso: il genio del piano che rappresenterà l'Italia nel mondo

Originario di San Michele Salentino, paese dove vive con la famiglia, a soli 15 anni è tra i 215 pianisti che si esibiranno il prossimo giugno negli Stati Uniti, al Piano Texas International Festival, nella Van Cliburn Hall

SAN MICHELE SALENTINO - Saranno le mani di Joseph D'Urso, giovane artista di San Michele Salentino, a suonare al pianoforte e rappresentare l'Italia come “Young Artist Performer” per l’edizione 2022 del Piano Texas International Academy & Festival che si svolgerà, a giugno, a Fort Worth, negli Stati Uniti. Un'importante riconoscimento per il pianista di appena 15 anni (ha iniziato a suonare il pianoforte all'età di cinque anni), studente del corso di laurea in musica presso il Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli con la docente Stefania Santangelo, e studente al secondo anno al liceo scientifico “Leonardo Leo” a San Vito dei Normanni. 

JOSEPH D'URSO 2-2-2

"Essere selezionati al Piano Texas International Festival & Academy è un sogno che ogni giovane pianista coltiva da quando si siede per la prima volta davanti alla tastiera e che fortunatamente, dopo tanto impegno e dedizione, si è realizzato - racconta Joseph D'Urso. Non vedo l’ora che arrivi giugno per vivere questa esperienza al massimo delle mie capacità e per potermi esibire dinanzi a grandi pianisti di fama mondiale. Poter suonare nella Van Cliburn Hall è un’occasione che non capita tutti i giorni e io con la mente sono già lì, a Fort Worth."

Una lunga carriera la sua, a dispetto della sua giovane età, fatta di numerosi concerti e collaborazioni professionali, nonchè diverse le partecipazioni a programmi televisivi, nel 2017 a “Little Big Show” in onda su Canale5 e nel 2018 a "Prodigi" su Rai1 condotto da Flavio Insinna e Nathalie Guetta. Joseph era il partecipante più piccolo e ha suonato un medley intitolato "Dream and Passion" in cui sono emersi l'estro e il virtuosismo del giovanissimo pianista con un medley in cui la musica classica di Chopin e Beethoven si è fusa perfettamente con i ritmi moderni dei Queen. Era accompagnato dall'orchestra Rai di Sesto Armonico diretta da Mirca Rosciani. 

JOSEPH D'URSO 3-2

Ma come ci si prepara a questo grande evento? "Credo che l’unico modo sia quello di dedicarsi con il cuore e con la mente puntando dritto verso l’obiettivo, studiando e studiando più ore possibili combinando il tutto con la scuola, ovviamente - spiega Joseph - e ringrazio, innanzitutto, i miei genitori che mi supportano costantemente sia nello studio che durante le mie esibizioni, compiendo dei grossissimi sacrifici. In più devo inevitabilmente ringraziare la mia professoressa, Stefania Santangelo, che si dedica a me costantemente facendomi compiere un percorso di crescita quotidiano. Suonare il pianoforte - conclude  per me è un modo di esprimermi al meglio, liberarmi da ogni pensiero e fare qualcosa che mi riesce bene mettendomi in mostra. Possono sembrare parole banali ma è così, quando sono davanti alla tastiera mi sento me stesso, mi sento volare e provo ogni giorno emozioni diverse."

Joseph D'Urso, oltre al grande amore per la musica, coltiva diversi hobby tra cui ha una grande passione per il calcio (è un grande tifoso del Milan), il tennis (gli piacciono soprattutto Berrettini e Sinner), giocare a Padel, leggere (principalmente romanzi e horror), football americano (simpatizza con tutte le squadre della Nfl), cinema (film drammatici e serie tv, thriller e azione) e arte (in particolare ama l'impressionismo e le incredibili opere di Degas).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Joseph D'Urso: il genio del piano che rappresenterà l'Italia nel mondo

BrindisiReport è in caricamento