rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Ambiente

Bonifiche zona industriale, buoni segnali da Roma e a Brindisi incontro sindaco-Eni

BRINDISI - Passi in avanti verso una soluzione del problema delle bonifiche nel Sito di interesse nazionale di Brindisi, dove vige un accordo di programma tra enti locali, Regione Puglia e Ministero dell'Ambiente che prevede incentivi e riduzione dei costi per le aziende che vi aderiscono. Ma in movimento anche il processo che porterà Eni, che controlla Polimeri Europa, ad un intervento finanziario per la bonifica della falda anche a Brindisi, uno dei nove insediamenti per i quali il gruppo energetico ha deciso di destinare da 2,5 a 3 miliardi di euro nei prossimi anni.

BRINDISI - Passi in avanti verso una soluzione del problema delle bonifiche nel Sito di interesse nazionale di Brindisi, dove vige un accordo di programma tra enti locali, Regione Puglia e Ministero dell'Ambiente che prevede incentivi e riduzione dei costi per le aziende che vi aderiscono. Ma in movimento anche il processo che porterà Eni, che controlla Polimeri Europa, ad un intervento finanziario per la bonifica della falda anche a Brindisi, uno dei nove insediamenti per i quali il gruppo energetico ha deciso di destinare da 2,5 a 3 miliardi di euro nei prossimi anni.

"Si è tenuta in data odierna, presso il Ministero per l'Ambiente, la riunione del comitato di indirizzo e di controllo dell'accordo di programma sulle bonifiche. Per il Comune di Brindisi - fa sapere un comunicato dell'amministrazione civica . era presente il vice sindaco di Brindisi, Mauro D'Attis, ma all'incontro hanno preso parte anche rappresentanti della Regione Puglia, dell'Amministrazione provinciale di Brindisi, dell'Autorità Portuale di Brindisi e dell'Arpa. Tutti i presenti hanno portato alcune istanze che riguardano l'attuazione del programma".

Il ministero ha mostrato apertura "sulla possibilità che opere di messa in sicurezza vengano autorizzate senza che vi sia un appesantimento della procedura, ma solo con una attività informativa delle imprese allo Suap (lo sportello unico per le imprese presso il Comune, ndr) ed agli altri enti competenti. Tale possibilità sarà definita in un apposito protocollo di intesa con il Ministero per l'Ambiente che gli enti locali, a partire dal Comune di Brindisi, faranno in modo di far condividere anche al mondo produttivo".

"Per quanto riguarda i nuovi investitori, si è acclarata - prosegue la nota del Comune - la possibilità di usufruire del vantaggio della proporzionalità del tempo di presenza a Brindisi ai fini del calcolo di quanto dovuto per i costi di adesione all'accordo di programma", cioè saranno riconosciuti costi inferiori proporzionali alla data dell'insediamento. "E, cosa ancor più importante, si è aperta la istruttoria per una definizione dell'avvio dei lavori nelle more della definizione della transazione. Questo - come è facile intuire - produrrà accelerazione degli investimenti".

Infine, il ministero ha presentato anche l'atteso (da anni) progetto preliminare della falda della zona industriale, del quale i presenti hanno preso atto. "Va da sé che eventuali appunti di natura tecnica saranno fatti successivamente, anche alla luce degli incontri che si svolgeranno nei prossimi giorni. L'incontro odierno -ha detto il vice sindaco D'Attis - ci consente di poter affermare che è stato compiuto un ulteriore passo in avanti nella definizione del problema delle bonifiche utile a sbloccare gli investimenti per le imprese".

Intanto, contestualmente all'incontro romano, a Brindisi il sindaco Mennitti ha ricevuto una delegazione Eni per preparare la riunione che si terrà lunedì 28 marzo prossimo e che riguarderà l'importante aspetto del risarcimento Eni e delle bonifiche del sito. Si saprà quanto il gruppo energetico sia disposto a investire nella soluzione del problema della messa in sicurezza e della bonifica della falda, ma si dovrà tenere conto - da parte degli enti pubblici e del ministero - anche della portata del danno ambientale e del costo degli interventi ritenuti necessari, che non possono essere quantificati solo da parte di Eni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonifiche zona industriale, buoni segnali da Roma e a Brindisi incontro sindaco-Eni

BrindisiReport è in caricamento