Cgil protesta contro Monteco. Mevoli risponde: “Nessun licenziamento”

BRINDISI - Non vuole neppure commentare la nota del sindacato Cgil in cui si manifestano perplessità sul futuro dei 271 lavoratori assunti da Monteco, l’assessore all’ecologia Cesare Mevoli.

BRINDISI - Non vuole neppure commentare la nota del sindacato Cgil in cui si manifestano perplessità sul futuro dei 271 lavoratori assunti da Monteco, l'assessore all'ecologia Cesare Mevoli. Tutti gli ex dipendenti di Innovambiente ed Ecotecnica, le società che gestivano nel capoluogo la raccolta dei rifiuti prima dell'affidamento alla Monteco, sono stati assunti come prevedeva il capitolato d'appalto dalla nuova società di gestione, ha voluto ricordare l'assessore Mevoli.

Dal 1 marzo Monteco ha cominciato la sua attività che, tra difficoltà organizzative e logistiche, ma a tutti i lavoratori resta garantito il posto di lavoro come il Comune aveva assicurato. Le preoccupazioni manifestati dai sindacati a proposito dell'organizzazione delle ferie non trovano alcun riscontro, secondo l'amministrazione comunale, in una volontà da parte dell'azienda di dimostrare che il servizio può essere svolto con meno personale di quello imposto dal Comune. Mevoli inoltre ha confermato che, almeno per i prossimi due anni di capitolato per cui la Monteco percepirà circa 30 milioni di euro, nessuno dei 271 lavoratori sarà cacciato via.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento