Dalla Conca a Sbitri in bici contro il degrado della costa

BRINDISI - Un pomeriggio in bicicletta, al mare ma con la mascherina per proteggersi dall'amianto. Hanno trascorso così il pomeriggio i brindisini che hanno raccolto l'invito del Comitato per rinascita civica. Associazioni ambientaliste e sindacati, ma anche semplici cittadini hanno partecipato alla passeggiata partita dalla Conca.

BRINDISI - Un pomeriggio in bicicletta, al mare ma con la mascherina per proteggersi dall'amianto. Hanno trascorso così il pomeriggio i brindisini che hanno raccolto l'invito del Comitato per rinascita civica. Associazioni ambientaliste e sindacati, ma anche semplici cittadini hanno partecipato alla passeggiata partita dalla Conca.

Hanno scelto infatti l'ex stabilimento Estoril, uno dei simboli del degrado della costa, come punto di partenza per la manifestazione. Poi hanno fatto tappa al Lido Poste ed infine a Sbitri, a pochi passi dall'amianto, hanno concluso la passeggiata dimostrativa.

"Capisco lo scopo della manifestazione - ha voluto commentare l'assessore all'ecologia Cesare Mevoli che si è recato sul posto per salutare i partecipanti alla partenza ed ha risposto a qualche domanda dei brindisini - quella degli ambientalisti è una pressione positiva che aiuta gli amministratori a tenere alta l'attenzione su certe tematiche. Il mio impegno sulla questione Sbitri comunque, comincia a portare qualche frutto e sono certo che già quest'estate potremo vedere le ruspe che rimuovono le macerie di Sbitri".

Hanno scelto come tappa finale proprio la spiaggia su cui giacciono ancora, dopo tre anni, i residui delle demolizioni delle villette abusive con la speranza di riuscire a smuovere qualcosa nelle amministrazioni locali. E mentre si attende la riunione del 9 giugno, con Comune, Provincia e Regione che si recheranno sul posto, anche i cittadini vogliono fare la loro parte.

"Sono molto contento della partecipazione di tante associazioni - ha spiegato Giovanni Vonghia che ha organizzato la manifestazione di questo pomeriggio - ci sono rappresentanti di tante realtà diverse, sindacali e ambientaliste, con un unico obiettivo: vedere la rinascita della nostra costa".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento