"Brindisi nel sangue", quando calcio e Avis s'incontrano

BRINDISI – “Brindisi nel sangue”, Ovvero il Football Brindisi 1912 e l’Avis insieme per donare sangue. L’iniziativa è stata promossa dal Gruppo giovani dell’Avis comunale di Brindisi, con il personale del Centro Trasfusionale dell’ospedale Perrino, in collaborazione con il Football Brindisi.

BRINDISI - "Brindisi nel sangue", Ovvero il Football Brindisi 1912 e l'Avis insieme per donare sangue. L'iniziativa è stata promossa dal Gruppo giovani dell'Avis comunale di Brindisi, con il personale del Centro Trasfusionale dell'ospedale Perrino, in collaborazione con il Football Brindisi.

La manifestazione, che è alla seconda edizione, si svolgerà domenica prossima dalle 8,30 sino a mezzogiorno, presso la sede Avis Comunale di Brindisi situata nell'ex ospedale Di Summa. Si tratta, in sostanza, di una raccolta di sangue promossa dalla sezione giovanile dell'Avis locale in stretta sinergia con la principale formazione calcistica brindisina.

"Lo sport - dice il vice presidente del Football Brindisi Giuseppe Barretta - è competere, soprattutto per vincere, con gli altri e con se stessi, ma insegna anche valori importanti, come il rispetto delle regole e dell'avversario e l'accettare la sconfitta. E a questi valori possiamo aggiungerne un altro altrettanto importante: un atto di solidarietà prezioso come il donare il sangue, gesto che fa bene al prossimo, come a ciascuno di noi".

"I ragazzi del Football Brindisi, così come l'intera dirigenza e lo staff tecnico del sodalizio biancoazzurro - afferma Ferdinando Dragone, responsabile del Gruppo Giovani Avis e vice presidente dell'Avis comunale - sono vicini alla nostra associazione, consapevoli della necessità di aiutare gli altri. Ed hanno offerto la propria disponibilità ponendosi in prima linea per divulgare il messaggio dell'importanza di donare il sangue"

"Ci rivolgiamo ai giovani perché è proprio di loro che l'Avis ha bisogno. Donare il sangue è una forma di solidarietà sociale e su questo aspetto dobbiamo insistere per convincere i giovani a diventare nuovi volontari dell'Avis; e gli sportivi sono sicuramente i soggetti più adatti per rispondere a questo importante appello".

Domenica mattina una delegazione di giocatori e dirigenti del Brindisi, sarà presente presso la sede dell'Avis durante le operazioni di donazione del sangue. La società dei fratelli Barretta metterà a disposizione tre maglie ufficiali del Football Brindisi, cinque biglietti per lo stadio, mentre cinque borsoni sportivi saranno messi a disposizione dall'Avis. Questo materiale verrà sorteggiato tra tutti i donatori della giornata.

Domenica, invece, in occasione della partita Football Brindisi-Isola Liri i giocatori di entrambe le formazioni entreranno in campo indossando la maglia dell'Avis e con lo striscione della stessa associazione.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento