Lavoratori 118, assemblea alla Asl

BRINDISI – Non si ferma la lotta del personale del 118 che chiede di essere internalizzato dalla Asl di Brindisi. La Funzione pubblica Cgil ha convocato per giovedì mattina alle 9,30 un’assemblea presso la sede della direzione dell’azienda sanitaria, in via Napoli al quartiere Casale. Parallelamente, la stessa Fp Cgil, fa sapere il segretario Antonio Macchia, ha inviato una lettera con richiesta di incontro al prefetto Nicola Prete.

I volontari del 118

BRINDISI - Non si ferma la lotta del personale del 118 che chiede di essere internalizzato dalla Asl di Brindisi. La Funzione pubblica Cgil ha convocato per giovedì mattina alle 9,30 un'assemblea presso la sede della direzione dell'azienda sanitaria, in via Napoli al quartiere Casale. Parallelamente, la stessa Fp Cgil, fa sapere il segretario Antonio Macchia, ha inviato una lettera con richiesta di incontro al prefetto Nicola Prete.

Il personale del 118 non è fatto di volontari, ma di lavoratori che reclamano i diritti sanciti dalla Costituzione, ribadisce la Cgil, e chiedono perciò un regolare contratto di lavoro. La delusione per questa scarsa considerazione del ruolo svolto in un servizio essenziale della sanità pubblica sta cominciando a pesare e non sono pochi coloro che meditando di lasciare questa attività.

Gli addetti del 118 rischiano di essere derubati definitivamente del loro futuro, "sfruttati economicamente, e senza diritti previdenziali, normativi e giuridici", accusa il sindacato. Il malessere per questa "invisibilità" agli occhi delle istituzioni dilaga sempre più.

LETTERA AL PREFETTO SUL 118

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
BrindisiReport è in caricamento