rotate-mobile
Salute

I 5 modi per garantire la coesione familiare

L'associazione Oeffe ha elaborato alcuni consigli pratici per i genitori, al fine di mantenere unita la famiglia nonostante le difficoltà quotidiane

BRINDISI - Soprattutto dopo la pandemia le famiglie italiane, e dunque anche quelle brindisine, hanno dovuto affrontare problematiche non poco rilevanti. Lo stress derivante dalle preoccupazioni, siano esse di carattere sanitario che lavorativo, in molti casi non hanno certamente contribuito a fortificare i legami familiari. 

Trascorrendo molto tempo in casa, le possibilità di avere delle discussioni tra gli stessi componenti della famiglia sono aumentate; perché ognuno ha bisogno dei propri spazi pur non dovendo rinunciare all’unione. Scorie che putroppo hanno condizionato la serenità dei figli, alle volte minandone i giusti equilibri durante il processo di crescita.

In più c'è da considerare che a livello generale la vita nel 2021 è complicata, con ritmi frenetici che molte volte portano gli adulti a non riversare le adeguate attenzioni alla prole e a trascurare il legame di coppia. Quali sono gli aspetti base che i genitori dovrebbero seguire necessariamente?

Di seguito riportiamo i 5 suggerimenti forniti dall’associazione milanese Oeffe, derivanti da uno studio specifico del settore.

1. Il legame della coppia

Non è possibile fondare una famiglia su basi non solide. L’affiatamento tra la coppia è fondamentale, perché uniti è più facile affrontare le difficoltà. Sembra banale, ma in realtà la base di tutti i problemi parte da qui. Dunque, il consiglio è quello di ricavare del tempo da trascorrere insieme per fortificare il legame e riscoprirsi ogni giorno: programmare un weekend fuori, o anche ritagliarsi un semplice momento di svago durante la settimana.

2. La comunicazione

Meglio parlare sempre, non nascondere le cose. Confrontarsi con gli altri componenti della famiglia, ed in particolare con il partner della coppia, è fondamentale per evitare fraintendimenti e chiarire quanto prima i problemi.

3. Essere d’esempio

Educare i figli nel compiere determinati comportamenti. Pare necessario ricordare, infatti, che i bambini emulano i più grandi e prendono i genitori da modello. E' corretto parlare e comportarsi in termini adeguati, soprattutto se in presenza dei figli; in questo modo si potranno ottenere grandi risultati anche per il loro futuro. 

4. Giochi e compiti

Quante volte i figli chiedono ai genitori di giocare con loro? Questo perché spesso i giocattoli non riescono ad intrattenere per molto tempo i bambini che, di conseguenza, chiedono a mamma e papà di diventare compagni di gioco. Il suggerimento pratico può essere quello di togliere per un po’ di tempo l'oggetto ludico dalla loro quotidianità, per poi reinserirlo dopo qualche mese, così da suscitare una riscoperta e un’interazione nuova da parte del bambino. Per i genitori, anche se è difficile, si deve tenere a mente che non è opportuno mai scoraggiarsi davanti ai cambiamenti dei figli nel corso del tempo, soprattutto durante l'adolescenza; è un processo naturale che interessa tutti. Non si può avere paura nell'imporsi con severità, sempre nei giusti termini, per vigilare sulle attività scolastiche, sulla loro istruzione, o sulle amicizie.

5. Le relazioni 

Per cementare i rapporti familiari può essere utile intraprendere nuove relazioni con altri nuclei famigliari, o cercare confronti in diversi contesti: es. scuola, comunità locale, corsi di formazione ecc. L'influenza esterna, sviluppata in modo sano, pone le basi per una visione ampia che ad un certo punto riconduce i figli a tornare verso il "nido familiare" anche nelle fasi più spinose della crescita.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 5 modi per garantire la coesione familiare

BrindisiReport è in caricamento