Martedì, 27 Luglio 2021
Incidenti stradali

Dramma sulla provinciale: sequestrati i mezzi e il telefonino dell'automobilista

Dolore a Carovigno per la morte di un 14enne in bici investito da un'auto, sulla strada per San Vito. Conducente negativo ad alcool e droga

CAROVIGNO – Dolore e costernazione a Carovigno il giorno dopo la tragedia avvenuta sulla strada provinciale per San Vito dei Normanni. Un’intera comunità piange una vita spezzata nel fiore degli anni. Raffaele Laghezza avrebbe spento 14 candeline il prossimo 17 luglio. Ieri pomeriggio (mercoledì 15 giugno), mentre procedeva spensierato in sella alla sua bici, è stato investito da una Renault Megane condotta da un uomo di 40 anni residente a Ostuni. Vani i tentativi di rianimazione praticati dal personale del 118. Raffaele non ha mai ripreso i sensi dopo il terribile impatto. Presso l’ospedale Perrino è stato constatato il decesso.

Investimento San Vito-Carovigno-2

I carabinieri della stazione di Carovigno sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente, avvenuto intorno alle ore 18:30, in contrada Colacurto, nei pressi del centro di accoglienza Carbrun. A quanto pare sia l’auto che la bici procedevano verso Carovigno. Di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, Gualberto Buccarelli, i militari hanno posto sotto sequestro la bici, l’auto e il telefonino dell’automobilista. Verranno effettuati accertamenti tecnici volti ad appurare, o a escludere, se via stato un utilizzo improprio del cellulare da parte del conducente, risultato negativo ai test alcolemici e tossicologici cui è stato sottoposto ieri sera. La salma al momento è a disposizione del magistrato, presso l’obitorio del Perrino. In giornata dovrebbe arrivare il nulla osta per la restituzione alla famiglia. I funerali sono previsti per le ore 11 di domani (giovedì 17 giugno) presso ka chiesa del Carmina, a Carovigno. 

Raffaele Laghezza-2

Il ragazzo, da quanto appreso, stava andando a trovare una zia. A seguito dell’impatto con l’auto ha urtato prima contro il cofano e poi sul parabrezza della Megane. Infine è stato sbalzato sull’asfalto. La strada provinciale che collega San Vito dei Normanni a Carovigno ha già fatto da scenario ad altre tragedie. La notte del 19 ottobre 2020 perse la vita un ragazzo di 22 anni originario del Gambia, travolto da un’auto condotta da un neopatentato. In passato si sono stati investiti altri migranti che in bici rientravano presso la struttura di accoglienza situata proprio sulla provinciale. 

Articolo aggiornato alle ore 14:40 (i funerali)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma sulla provinciale: sequestrati i mezzi e il telefonino dell'automobilista

BrindisiReport è in caricamento