menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studentessa travolta sulle strisce: la conducente dell'auto se la fila

Una studentessa di 16 anni, di Erchie, è stata investita stamani sulle strisce pedonali in viale Aldo Moro a Brindisi, in prossimità dell'Istituto professionale "Morvillo Falcone". La conducente dell'auto investitrice, dopo essersi fermata subito dopo aver travolto la ragazza, si è rimessa al volante e si è allontanata precipitosamente

BRINDISI – Una studentessa di 19 anni, di Erchie, è stata investita stamani sulle strisce pedonali in viale Aldo Moro a Brindisi, in prossimità dell’Istituto professionale “Morvillo Falcone”. La conducente dell’auto investitrice, dopo essersi fermata subito dopo aver travolto la ragazza, si è rimessa al volante e si è allontanata precipitosamente dal luogo dell’incidente. Uno dei testimoni è riuscito a rilevare solo le prime due cifre e la prima lettera della targa. Si tratterebbe di una vettura di piccola cilindrata, di colore grigio, forse una Hyundai.

La giovanissima studentessa è stata subito soccorsa dai presenti, tra i quali una soccorritrice del 118 fuori servizio, che ha cercato di stabilire, dai sintomi, la gravità del trauma cranico riportato dalla ragazza, che cadendo aveva battuto violentemente la testa, riportando anche una ferita lacero-contusa al cuoi capelluto. Pochi minuti dopo è arrivata l’ambulanza che ha trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Perrino la studentessa.

Secondo le ricostruzioni dei fatti raccolte sul posto, la ragazza stava attraversando viale Aldo Moro  sul passaggio pedonale che va da viale San Giovanni Bosco verso via Galanti. La ragazza aveva in mano il telefono cellulare. L’auto, sempre secondo il racconto dei presenti, è arrivata a velocità sostenuta dalla direzione del quartiere S. Elia per svoltare a sinistra proprio in via Galanti, e ha travolto la studentessa.

Toccherà ai vigili urbani ora tentare di rintracciare la conducente della vettura, anche per accertare se il veicolo fosse coperto da polizza assicurativa. Per ora si tratta di omissione di soccorso, perché la donna, dopo essersi fermata per constatare le condizioni della studentessa, si è allontanata senza prestare aiuto ed eludendo gli accertamenti di legge. La prognosi per la studentessa, ricoverata con codice giallo, è riservata, per trauma craniofacciale, con ferite e fratture dell'osso frontale e plurime del volto e del braccio destro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento