rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cucina Ostuni

Vino d'eccellenza, l'ingrediente perfetto per una cena di galà in masseria

Un evento che vedrà la partecipazione dell'Associazione italiana sommelier Brindisi e dell'azienda Rivera: l’eleganza dei vini dell’areale Castel del Monte andrà in scena a Masseria Montalbano (Ostuni)

OSTUNI - Domani, 15 aprile, va in scena un’occasione esclusiva che unisce la buona cucina di Masseria Montalbano, la tradizione della storica azienda Rivera e la maestria dell’Ais Brindisi. Durante la serata, in cui gli invitati andranno alla scoperta della tradizione viticola della famiglia de Corato, non mancheranno sorprese da bere.

Sarà una serata per valorizzare le eccellenze del territorio, unendo la professionalità dei sommelier dell’Ais Brindisi, il lavoro di ricerca nelle pluripremiate produzioni delle cantine Rivera, e l’ospitalità di Masseria Montalbano. Una cena di galà all’interno delle eleganti sale di Masseria Montalbano (Ostuni) che metterà in risalto il carattere intenso ed elegante dei grandi vini Rivera in abbinamento alla ricercatezza e raffinatezza dei piatti curati dallo chef Giovanni Curri di Masseria Montalbano.

Saranno presenti alla serata il presidente dell’Ais Puglia Giacomo D’Ambruoso, il delegato dell’Ais Brindisi Rocco Caliandro, il consigliere Ais Puglia Antonio Giovane ed il titolare dell’azienda Rivera Sebastiano de Corato con tutta la famiglia. A guidare la degustazione dei vini -ponendo il giusto accento sul Nero di Troia - Giuseppe Baldassarre, consigliere nazionale Ais.

Rocco Caliandro, delegato Ais Brindisi racconta così l’unione tra Ais e cantina Rivera: “C’è la storia identitaria di un territorio e poi c’è un lavoro di ricerca costante, quotidiano. Professionalità ed esperienza per esaltare nel tempo quello che è un vitigno, il Nero di Troia, che in Puglia conosce la massima espressione anche grazie a chi come la famiglia de Corato porta avanti da tempo un progetto di viticoltura ed enologia capace di coniugare tradizione e innovazione. Ed è per tutto questo che per la nostra delegazione è davvero un grande orgoglio poter ospitare le cantine Rivera per una serata che promette di essere un focus interessante, per i nostri sommelier e tutti gli ospiti, su quest’area della Puglia, Castel del Monte, riconosciuta ormai come una zona di eccellenza nella produzione vitivinicola, ben oltre i confini regionali”.

La famiglia de Corato, stavolta al completo con il patriarca Carlo e la moglie Marilla, i figli Sebastiano e Marco accompagnati dalle mogli Azzurra ed Antonella, avranno l’onore di presentare in esclusiva, tra i numerosi gioielli di famiglia, il nuovo vino da Nero di Troia chiamato Fabri. A presentarlo sarà Sebastiano “L’ultimo vino della Rivera è un rosato da Nero di Troia in purezza, affinato per qualche mese in anfora e in botti di gres porcellanato che vuole essere un omaggio a nostro fratello Fabrizio scomparso prematuramente poco più di un anno fa”. Fabri è frutto della vendemmia 2022 e ne sono state prodotte solo 4000 bottiglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino d'eccellenza, l'ingrediente perfetto per una cena di galà in masseria

BrindisiReport è in caricamento