Via Telegram e non con la solita agenzia la minaccia Isis all'Italia

Ancora da chiarire bene la notizia diffusa ieri che parlava di una presunta minaccia dell’ Isis verso l’Italia

E’ salito in tutto a tre il numero delle vittime italiane del barbaro attentato compiuto a Barcellona giovedì scorso.  Alla morte di Bruno Gullotta e Luca Russo si è aggiunta anche quella dell’ italo-argentina Carmen Lopardo, originaria della Basilicata. Le persone che hanno perso la vita sono ora in totale 15, mentre il numero dei feriti è di 126.

La polizia spagnola sta continuando a tutto tondo la sua inchiesta, anche se nelle ultime ore sono emersi dei contrasti tra le autorità locali della Catalogna e quelle centrali facenti capo a Madrid. Un dettaglio non di poco conto, che potrebbe causare un pericoloso ritardo nelle indagini. In ogni caso, dopo l’uccisione di cinque terroristi a Cambrilis,  si continua a cercare di capire dove possa essere finito il marocchino Younes Aboouyaaquob, 20 anni, considerato il “ pilota killer” del furgone assassino della Rambla.

Ancora da chiarire bene, invece, la notizia diffusa ieri che parlava di una presunta minaccia dell’ Isis verso l’Italia. “Dopo Spagna e Russia è il turno dell’ Italia” sarebbe stato il messaggio minaccioso diffuso via web. Da precisare, però, che questa frase non è stata veicolata tramite Amaq, l’agenzia di stampa ufficiale di Daesh, ma da un presunto canale Telegram (monitorato dagli Stati Uniti )  utilizzato dai fondamentalisti .

In Italia, comunque, resta in vigore lo stato di massina allerta e gli apparati antiterrorismo sono nel pieno delle loro attività, come evidenziato dal Ministro dell’ interno Marco Minniti.  Intanto, il terrore radicalista ha anche colpito quella che è sempre stata considerata un’isola felice della sicurezza e della tranquillità: la Finlandia. 

Nella città di Torku, infatti, un giovane marocchino ha seminato il panico tra i passanti della città, colpendo con un coltello tutte le persone che gli capitavano sotto tiro. In totale sono state due le vittime, una donna ed una ragazza finlandese, mentre tra i feriti vi è anche la trentenne ricercatrice italiana Laura Biancucci.

Contro ogni tipo ed ogni forma di terrorismo si è espresso anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, affermando che quanto accaduto in Spagna è “un’ ulteriore esecrabile dimostrazione della viltà dei terroristi le cui azioni non cessano di suscitare orrore e ripulsa”. Mattarella, dopo aver ribadito la vicinanza del popolo italiano a quello spagnolo, ha anche sottolineato la “ ferma intenzione del mio Paese a collaborare con la Spagna insieme ai partner dell’Unione Europea e all’intera comunità internazionale, nella lotta senza quartiere al terrorismo e ad ogni forma di estremismo violento, a difesa dei comuni valori di libertà democratica e della sicurezza dei nostri Paesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento