rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Economia

Contratti a termine in aeroporto: sindacati proclamano uno sciopero

I tre sindacati confederali del settore trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, proclamano uno sciopero per il 22 giugno del personale Aeroporti di Puglia dell'Aeroporto del Salento. I sindacati chiedono la stabilizzazione dei dipendenti di AdP con contratti a termine ancora in corso

BRINDISI – I tre sindacati confederali del settore trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, proclamano uno sciopero per il 22 giugno del personale Aeroporti di Puglia dell’Aeroporto del Salento. I sindacati chiedono la stabilizzazione dei dipendenti di AdP con contratti a termine ancora in corso, ma la società a controllo pubblico, socio di riferimento  la Regione Puglia, replica che ciò sarà possibile solo in caso di rinnovo del contratto con la compagnia low cost Ryanair (da cui dipende tra Bari e Brindisi l’occupazione di almeno un centinaio di unità, ndr).

Le unità interessate dalla richiesta dei sindacati sono sia operai che impiegati e la mediazione presso la prefettura di Brindisi è risultata vana. I sindacati, oltre a dichiarare non più sostenibile l’incertezza della posizione lavorativa di queste unità, non precisano se i posti sono effettivamente a rischio. In ogni caso lo sciopero del 22 giugno non può comportare interruzione del pubblico servizio (vale la regolamentazione per il settore trasporti).

I sindacati accusano Aeroporti di Puglia di procedere però “ad assunzioni esterne come un caposcalo per l’aeroporto di Brindisi, in disprezzo pure delle altissime professionalità già presenti nei propri organici o di avviare corposi piani di investimenti almeno sullo scalo politicamente più rilevante del capoluogo”. Inoltre chiedono di “voler considerare lo scalo di Brindisi alla stessa stregua di quello di Bari procedendo con una immediata riorganizzazione della struttura operativa dell’Aeroporto del Salento così da renderlo di fatto funzionalmente identico a quello di Bari”. Ma nessuna azienda duplica le sue funzioni nei siti centrali e locali.

La necessità di Aeroporti di Puglia di vincolare il passaggio a tempo indeterminato dei lavoratori in questione al rinnovo dei contratti con le compagnie low cost è reale, stando ai dati del traffico indotto dalle stesse società sia a Bari che a Brindisi. Si tratta di passaggi delicatissimi, in cui si manifestano – in verità – contraddizioni proprio in campo sindacale: è noto l’attacco continuo che esercita ad esempio il segretario regionale della Uil, Aldo Pugliese, contro il contratto tra AdP e Ryanair.

Ma come già detto solo da quel contratto dipendono un centinaio di posti di lavoro dei due aeroporti pugliesi basi di Ryanair. Per la cronaca, anche se il dato non è ancora ufficiale, l’Aeroporto del Salento di Brindisi nel mese di maggio ha registrato un +10 per cento di traffico rispetto allo stesso mese del 2013. Grazie ai collegamenti low cost.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contratti a termine in aeroporto: sindacati proclamano uno sciopero

BrindisiReport è in caricamento