Economia San Pancrazio Salentino

Intrattenimento e cucina gourmet negli Emirati: la sfida di un giovane imprenditore

Ivan Conte, già titolare di una nota azienda vinicola di San Pancrazio Salentino, apre a Dubai il locale “Bistrot90”. “Anche in pandemia, bisogna avere il coraggio di investire”

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Da San Pancrazio Salentino al Dubai, Ivan Conte apre nuove frontiere per la cucina gourmet italiana. Ad appena 30 anni, nonostante le incognite legate alla pandemia, il giovane imprenditore si è lanciato a capofitto in una nuova avventura imprenditoriale nella terra degli sceicchi. Il prossimo 25 settembre è prevista infatti l’inaugurazione di “Bistrot90”, ristorante con cui Conte apre una catena di franchising che in futuro avrà ulteriori propaggini a Shangai e Miami, nell’ambito del progetto Next generation. Ivan è accompagnato in questa esperienza da un altro ragazzo di San Pancrazio Salentino, il 28enne Nicola Stridi, direttore esecutivo e financial manager.

Bistrot 90 2-2

Il coraggio, del resto, non manca a Ivan Conte, che da anni, nonostante la giovane età, opera nel settore del vino e del food. Sua, con l’azienda vinicola di cui è amministratore, Otri del Salento, l’idea di dar vita alla “bottiglia impilabile all’infinito Trywine”: una mini bottiglia di vetro di capacità pari a 25 centilitri, per un peso (solo vetro) pari a 400 grammi. Sull’onda dei successi internazionali conseguiti con i vini prodotti dalla sua azienda, Ivan, nel novembre 2020, ha inaugurato a San Pancrazio Salentino il “Bistrot 90”, germe di un progetto che sta per fiorire a livello internazionale. “Anche in un contesto di incertezze e difficoltà dovute all’emergenza pandemica – dichiara Conte a BrindisiReport – bisogna avere il coraggio di investire, allargando i propri orizzonti. Le sfide non mi hanno mai spaventato. E’ con entusiasmo e convinzione che abbiamo deciso di aprire questa nuova attività a Dubai, una realtà molto stimolante per un giovane imprenditore”.

Conte e Nicola Stridi sono i leader di un team che annovera anche Tancredi Marco Fazzi, manager responsabile cocktail, professionista del made in Italy, e i due chef Aldo Taurino e Fabio Fiorelli. Bistrot 90 sarà un esempio di “fine dining”. “Un posto – spiega Conte a BrindisiReport – dove vivere un’esperienza speciale. Un posto in cui sentirsi a casa. In posto che sorprenderà. Sarà un condensato di emozioni, in un clima di convivialità”. Il locale è stato infatti concepito per allietare i clienti con momenti di intrattenimento all’insegna della musica internazionale, del cabaret e di fashion show dei grandi brand italiani. “Esperienze a 360 gradi – chiarisce Conte - a partire dal buon cibo”.

Bistrot 90-3

Il locale si trova al nono piano dell’hotel “Fairmont Dubai”, Scheikh Zayed road, una delle strade principali dell’emirato, noto per i suoi negozi di lusso e per gli edifici ultramoderni. “Daremo lavoro – spiega Conte – a 32 persone, l’80 percento delle quali di nazionalità italiana, fra cui 10 della provincia di Brindisi. Avremo inoltre dipendenti provenienti da Africa e Asia. Daremo vita a un fine dining completamente nuovo e contemporaneo. Nel mio modo di vedere la cucina, i piatti è come se fossero opere d'arte da degustare”. Il party inaugurale è stato affidato al direttore artistico Anthony Peth, più volte ospite di programmi delle reti La7, Mediaset e Rai, considerato un ambasciatore del made in Italy nel mondo. “Dopo mesi di lavoro intenso – conclude Ivan Conte – non vediamo l’ora di iniziare. Siamo onorati di portare in una terra così lontana, le eccellenze della nostra terra”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrattenimento e cucina gourmet negli Emirati: la sfida di un giovane imprenditore

BrindisiReport è in caricamento