Deposito Lng: "Tutti dobbiamo remare verso la stessa direzione"

Intervento del consigliere regionale Maurizio Bruno (Pd) sul progetto presentato giorni fa dalla società Edison

Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Maurizio Bruno, nel eletto consigliere regionale del Pd, sul progetto per la realizzazione di un deposito costiero di Lng presentato la scorsa settimana dalla società Edison

La scorsa settimana si è tenuto un importante incontro per la presentazione dell'investimento per un impianto di stoccaggio di Lng che la società Edison intende realizzare a Brindisi. L'occasione ha rappresentato la possibilità per un confronto aperto con tutti gli operatori portuali e le Istituzioni coinvolte e sta animando un legittimo dibattito in città. Durante la riunione l’importante gruppo energetico ha garantito la piena disponibilità a valutare un sito alternativo poiché, come sostenuto giustamente da operatori, Comune e Asi, la prevista ubicazione alla radice di Costa Morena potrebbe sacrificare un’area particolarmente strategica per le sue potenzialità intermodali, correndo il rischio di interferire negativamente con la linea ferroviaria a servizio dello sporgente e con il progetto, in fase avanzata, della piastra logistica.

L'unità di intenti sulla bontà dell'investimento e sulla necessità di approfondirne tutti gli aspetti e le criticità emerse durante l'incontro, è un passo importante verso l'obiettivo di favorire nuovi insediamenti sul territorio che garantiscano sviluppo sostenibile e lavoro. Il fattore tempo è fondamentale per ogni iniziativa imprenditoriale e, per questo, abbiamo tutti, ad ogni livello, il dovere di remare verso la stessa direzione, senza indugio e senza inutili strumentalizzazioni e divisioni.

Le occasioni nel prossimo futuro non mancheranno e cogliendo appieno le opportunità normative che il governo e la Regione Puglia hanno individuato negli scorsi mesi, questa provincia può diventare concretamente attrattiva: la zona franca doganale interclusa nell'ambito della Zona Economica Speciale di Brindisi è una chance irrinunciabile. Sarà fondamentale quindi individuare e candidare un'area immediatamente disponibile e infrastrutturata che contribuisca ad offrire una retroportualità competitiva e operativa sin da subito. Nei prossimi giorni sentirò il presidente della Provincia e sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, il Presidente dall' Asi Mimmo Bianco, il presidente dell'Adspmam Ugo Patroni Griffi e la rappresentanza degli operatori per condividere con loro queste mie riflessioni, individuare le migliori soluzioni possibili e lavorare di concerto per fare sintesi sulle necessarie convergenze e non mortificare le aspettative di tutti i protagonisti coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento