rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Economia

Premio ospitalità: trionfo brindisino

MILANO - La masseria “Relais del Cardinale” e il ristorante “Taverna della Torre”, entrambi in provincia di provincia (il primo a Fasano, il secondo a Cisternino), sono i vincitori assoluti delle categorie “Alberghi a cinque stelle” e “Ristoranti internazionali” della VI edizione del premio “Ospitalità italiana”, organizzato dall'Istituto nazionale di ricerche turistiche (Isnart), in collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio italiane.

MILANO - La masseria "Relais del Cardinale" e il ristorante "Taverna della Torre", entrambi in provincia di provincia (il primo a Fasano, il secondo a Cisternino), sono i vincitori assoluti delle categorie "Alberghi a cinque stelle" e "Ristoranti internazionali" della VI edizione del premio "Ospitalità italiana", organizzato dall'Istituto nazionale di ricerche turistiche (Isnart), in collaborazione con il sistema delle Camere di Commercio italiane.

A premiare la doppia affermazione delle strutture dell'accoglienza e della ristorazione brindisine è stato il presidente dell'Isnart, Maurizio Maddaloni, insieme al vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, e al presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, nel corso della serata finale svoltasi a Milano, al Palazzo Mezzanotte.

Trenta le strutture finaliste, tra alberghi, agriturismi e ristoranti. Per vincere il premio "Ospitalità italiana" le strutture sono state votate, tramite sms, dai turisti che vi hanno soggiornato o mangiato, e quindi sono state testate personalmente nei mesi scorsi. Un sistema che si è rivelato vincente e che ha raccolto fin dal suo esordio le reazioni positive del pubblico e degli operatori turistici.

Nato nel 2005 grazie alla collaborazione tra le Camere di Commercio e l'Isnart, il premio e il marchio "Ospitalità italiana" quest'anno hanno coinvolto 1997 alberghi, 2.076 ristoranti e 802 agriturismi.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio ospitalità: trionfo brindisino

BrindisiReport è in caricamento