Economia

Deposito gas Edison, Rossi: "Non esiste nessun nuovo progetto"

Intervento del sindaco e chiarimenti di Confindustria: "Azienda disponibile ad arretrare l’impianto di circa 80 metri"

BRINDISI – “Ad oggi nulla è cambiato rispetto ad ottobre 2020”. Lo afferma il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, riguardo alla realizzazione di un deposito di gas nel porto di Brindisi, presentato da Edison. Il Comitato tecnico regionale ha dato il nulla osta al progetto presentato dalla società Edison, in virtù del quale l’impianto verrebbe realizzato nell’area di Costa Morena est.

L’azienda ha dato la propria disponibilità ad apportare delle modifiche allo stesso progetto, per venire incontro alle esigenze degli operatori portuali. Ma il primo cittadino chiarisce di aver appreso direttamente da Edison, durante un contatto avvenuto martedì 12 gennaio, “che non esiste nessun nuovo progetto”. Si tratta dunque della stessa proposta presentata a istituzioni e operatori portuali lo scorso 8 ottobre. “In quell’occasione – prosegue Rossi - vennero sollevati dei dubbi da parte mia e degli operatori portuali in merito alla collocazione del deposito presso Costa Morena est, essendo le operazioni e l’infrastruttura dell’impianto limitanti per la banchina industriale e l’area più importante per il futuro del porto”.

“Ho appreso - afferma ancora il sindaco - che allo stato attuale c’è solo un’ipotesi di idee sulle quali stanno ragionando e che qualora diventassero variante di progetto, ne saremo informati con relativa illustrazione. La stessa informazione l’ho ricevuta dal comandante della Capitaneria di porto, Fabrizio Coke, il quale mi ha confermato che al momento circolano delle idee che non sono progetti. È del tutto evidente che ad oggi nulla è cambiato rispetto ad ottobre 2020”. Il consigliere regionale Fabiano Amati, intanto invita le autorità competenti e l'azienda ad andare avanti con il progetto. 

Confindustria: "L'impianto verrà arretrato di 80 metri"

Ulteriori chiarimenti sul progetto sono arrivati in serata da Confindustria Brindisi, attraverso una nota a firma del commissario dell’associazione degli industriali, Gabriele Lippolis. “Onde evitare qualsiasi polemica o mistificazione della realtà, al solo fine di dare un contributo su quanto la stampa sta riportando riguardo all'investimento del deposito costiero Gnl di Edison a Brindisi – si legge nella nota - con il presente comunicato teniamo a puntualizzare che il sito sul quale è stato sviluppato il progetto preliminare era e rimane quello della banchina di Costa Morena Est”.

“Tanto è vero che il Ctr - Direzione Regionale Vigili del Fuoco di Puglia - ha valutato il progetto su quell'area il 7 dicembre 2020 in maniera positiva esprimendo – quindi - parere favorevole al Nulla Osta di Fattibilità, ai sensi del D. Lgs. 105/2015”. “Vi è pertanto – afferma ancora Menotti - a seguito delle oggettive perplessità sollevate dagli operatori portuali brindisini, la disponibilità di Edison ad attuare una nuova soluzione a livello tecnico che potrà essere implementata nel progetto, già valutato, da definire in fase esecutiva. In pratica, si tratta di arretrare l’impianto di circa 80 metri verso la radice per lasciare più spazio alla banchina asservita alle attività portuali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deposito gas Edison, Rossi: "Non esiste nessun nuovo progetto"

BrindisiReport è in caricamento