rotate-mobile
Cultura

Una festa, tante culture: migranti e brindisini insieme tra balli, musica e calcetto

BRINDISI - La celebrazione di un incontro, la fine di un anno scolastico, la gioia di vivere nonostante tutto, la festa dell’amicizia, tutto questo ed altro ancora il 12 giugno presso la parrocchia San Vito Martire di Brindisi ad opera dell’Ufficio Migrantes della Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni. Inizio dei festeggiamenti ore 18 con l’esibizione di un gruppo di sbandieratori e musici della città di Oria e Carovigno. Animeranno la serata con danze e musiche africane e asiatiche gli ospiti del Cpa di Restinco e il gruppo di musica popolare salentina “Malvasia”. Nel corso della serata si svolgerà anche la premiazione della squadra vincitrice del torneo di calcetto che si terrà presso il seminario arcivescovile Benedetto XVI la mattina del 10 e 11 giugno.

BRINDISI - La celebrazione di un incontro, la fine di un anno scolastico, la gioia di vivere nonostante tutto, la festa dell'amicizia, tutto questo ed altro ancora il 12 giugno presso la parrocchia San Vito Martire di Brindisi ad opera dell'Ufficio Migrantes della Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni. Inizio dei festeggiamenti ore 18 con l'esibizione di un gruppo di sbandieratori e musici della città di Oria e Carovigno. Animeranno la serata con danze e musiche africane e asiatiche gli ospiti del Cpa di Restinco e il gruppo di musica popolare salentina "Malvasia". Nel corso della serata si svolgerà anche la premiazione della squadra vincitrice del torneo di calcetto che si terrà presso il seminario arcivescovile Benedetto XVI la mattina del 10 e 11 giugno.

Tale torneo vedrà in campo squadre composte da giovani brindisini (della Parrocchia S. Nicola e S. Vito) e giovani extracomunitari (ospiti del dormitorio sito in Via Provinciale per S. Vito e i richiedenti asilo di Restinco). L'iniziativa si colloca al termine dell'anno scolastico della scuola di alfabetizzazione tenuta nei locali della parrocchia San Vito da volontari dell'Ufficio Migrantes. Ogni giorno, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12, numerosi docenti volontari impartiscono lezioni di italiano agli stranieri presenti nella città.

Questa esperienza, ormai al quarto anno di vita, vuole concludersi con un momento celebrativo che dica alla città la gioia del servizio gratuito, la ricchezza dell'incontro tra culture, la possibilità dell'integrazione e la bellezza dello stare insieme. I docenti della scuola di italiano, l'Ufficio Migrantes insieme al suo direttore don Peppino Apruzzi, invitano tutta la popolazione di Brindisi a partecipare a questo evento, con semplicità e umiltà, all'insegna di un motto semplice ed efficace: "Insieme è possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una festa, tante culture: migranti e brindisini insieme tra balli, musica e calcetto

BrindisiReport è in caricamento